Diagnosi precoce tumori,arriva la Biopsia liquida: risultati in soli 10 minuti

Biopsia dalla saliva- Un nuovo test non invasivo potrebbe essere la nuova e velocissima tecnica per scoprire se si è affetti da tumore. Bastano pochi minuti e con meno di 20 euro, da una semplice goccia di saliva sarà possibile effettuare una biopsia liquida capace di rilevare tracce di Dna tumorali. Questo nuova tecnica è stata presentata dal dott. David Wong dell’Unversita della California di Los Angeles durante il convegno dell’ Associazione americana per l’avanzamento delle scienze.

Il test, assicura Wong, è risultato certo al 100%, è decisamente semplice ed immediato, può essere eseguito in un qualsiasi studio medico, che sia un farmacista un dentista o addirittura in casa. In modo particolare il test ha mostrato elevata precisione sul tumore al polmone, nel corso del 2016 entrerà  in fase di sperimentazione clinica sui pazienti Cinesi.

Oggi, scoprire un tumore ai polmoni attraverso l’analisi del sangue,comporta metodi molto complicati ed invasivi, con risultati in circa due settimane e possono monitorare la diffusione del cancro, ma non essere usati come esame iniziale.

Cosa accade con la Biopsia Liquida

Il concetto è molto semplice, la Biopsia liquida riesce a fornire una diagnosi definitiva appena il tumore inizia ad avere uno sviluppo basilare, associata ad altri strumenti diagnostici darà una accuratezza del 100%, in modo del tutto rapido e non invasivo.
Magari, a seguito di altri esami, dovessero emergere delle anomalie, con il test della biopsia liquida, si potrebbe scoprire immediatamente la presenza di un eventuale tumore, dunque agire preventivamente sullo stesso.

Possibile chiave per una diagnosi precoce

Finora il test della saliva si e’ mostrato accurato sul tumore ai polmoni. Secondo Wong l’approvazione da parte della Food and drug administration (l’agenzia Usa che regola i farmaci) dovrebbe arrivare entro un paio d’anni, ed essere disponibile nel Regno Unito in 4 anni. La biopsia liquida della saliva potrebbe essere la chiave per la diagnosi precoce di alcuni tumori, come quello del pancreas, per cui attualmente non ci sono screening precoci efficaci. ”Piu’ avanti – conclude Wong – potrebbe essere possibile avere un test in grado di rilevare contemporaneamente piu’ tipi di tumore”