Home Contatto Blog Barilla “sfida” i Nutella Biscuits con i Biscocrema, quale sarà il migliore?

Barilla “sfida” i Nutella Biscuits con i Biscocrema, quale sarà il migliore?

Continua la guerra commerciale a colpi di golosità

Da poche settimane la Ferrero ha lanciato nel mercato italiano con enorme successo i Nutella Biscuits, un delizioso doppio biscotto farcito dalla famosissima crema di nocciole. Un successo spinto soprattutto dalla viralità esplosa sui social che ha superato le aspettative della stessa azienda piemontese.

Un successo così rilevante da smuovere le acque nel settore dociario, tant’è che la maggiore concorrente  Barilla non è rimasta a guardare, anzi, ha deciso di rilanciare “la guerra” del biscotto più buono, distribuendo sul mercato i Biscocrema. Leggendo questa denominazione, ci si chiede quali siano gli ingredienti di tale prodotto. A spiegarli nel dettaglio è Julia Schwoerer, vicepresidente marketing di Barilla: ““Il Biscocrema unisce la frolla al cacao dei biscotti Pan di Stelle e la nostra crema, chiuso da un tappo di cioccolato, e abbellito dalla tipica stella bianca. Ma è fatto senza olio di palma, per abbattere i grassi saturi. Sarà venduto in monoporzioni da due biscotti, per limitare le calorie (139 in tutto), perché non è un prodotto da mangiare tutti i giorni, ma per una colazione speciale, una coccola o un dopo-cena”.

I biscotti biscocrema saranno disponibili da metà gennaio, accompagnati da una campagna televisiva di lancio e costeranno 2,99 euro, esattamente come i “rivali” Nutella Biscuits. Riguardo al prezzo, Julia Schwoerer ribadisce: “Non vogliamo fare la guerra dei numeri. Il Mulino Bianco di Barilla, con una quota del 37% in valore, è leader di un mercato che vale un miliardo e mezzo e non è fatto da questi biscotti indulgenti, ma da prodotti salutisti e classici”. In ogni caso, la crema Pan Di Stelle, diretta concorrente della Nutella sulle creme spalmabili, a distanza di un anno dal lancio è riuscita già a conquistare una quota di mercato pari al 7,5%.

Nel frattempo, i biscotti a gusto di Nutella sono diventati un fenomeno social, così introvabili che a Napoli sono arrivati addirittura dei bagarini a vendere il prodotto, mentre alcuni minimarket li vendono a prezzi decisamente esagerati, in alcuni casi si sfiorano gli 8 euro. In realtà c’è chi si spintono oltre, mettendo in vendita sul noto sito di aste eBay, confezioni vuote di Nutella Biscuits, a poco più di 50 euro, con una descrizione piuttosto fantasiosa (sacchetto vuoto di Nutella per scattare selfie).

Insomma la lotta al miglior biscotto ripieno è appena iniziata, a decretarne il vincitore, almeno nel gusto, saranno i consumatori. Per quanto riguarda l’aspetto economico, siamo certi che sia Barilla che Ferrero vinceranno alla grande, in sole tre settimane dalla loro uscita infatti, le vendite del prodotto Nutella hanno raggiunto quasi 60 milioni di confezioni vendute.

PUBBLICITÀ