Home RUBRICALAB Auguri di un Felice 2015

Auguri di un Felice 2015

Un anno che se ne va porta con se ricordi belli e brutti, stati di gioia e di scoramento vissuti. Alcune emozioni rimangono per sempre scolpite nel cuore, altre si cerca di rimuoverle dalla mente. Il tempo è sfuggevole, è inesorabile, scorre via e raccoglie dentro di noi le paure del domani che regnano sovrane, le lacrime in un pianto secco all’ombra dei sogni e delle parole d’amore. Non c’è più quello che una volta esisteva: il senso del limite. L’individualismo ha preso il sopravvento. Tutti sono buoni ma la bontà si disperde di fronte alla precarietà della vita dove non si trova il tempo per la riflessione, per aprire la finestra e guardare il mondo con gli occhi dell’anima per ammirare le bellezze del creato e poter apprezzare la vita, poter amare la propria esistenza. L’uomo si confonde nel ruolo che vorrebbe esercitare e non prova a cucirsi con cotone colorato l’indumento etico da indossare con consapevolezza di chi vuole cambiare cuore e mentalità. Allo sfrenato individualismo urge apportare un sincero desiderio di altruismo, la capacità di guardare all’altro non con invidia e rabbia, ma con generosità ed essere in grado di donare sorrisi. E’ brutto il mondo come si presenta! Questo mondo ruba la luce, la voglia di crescere, sperimentare; questo mondo ruba la speranza nel senso della vita. Una realtà dove non c’è il tempo interiore che scandisce nelle ore la ricerca del bene comune. E i sogni? Dove sono finiti i sogni? La vita senza i sogni è come l’onda che sospira alla brezza del mare. La vita è un fiume in piena ed io mi sono fermata. Mi sono seduta sulla riva del fiume per guardarlo, contemplarlo, ammirarlo. Ho udito il canto, il rumore della corrente del fiume. Ho percepito che c’è sempre un senso di movimento, uno straordinario movimento verso ciò che è più ampio e profondo, un sentimento che non si imprigiona nel pensiero. Quanti di noi vorrebbero che le cose piacevoli durassero il tempo più lungo possibile? Ahimè…dobbiamo fronteggiare anche le situazioni spiacevoli e cercare di farle durare il minor tempo possibile. Tutto si può, tutto è possibile realizzare in questo meraviglioso fiume che è la nostra esistenza dove il tempo, la corrente non ci impedisce di far scorrere l’acqua, il futuro che è alla nostra sorgente: la speranza. Il mio fiume, il mio sogno, il mio bacio che rende eterno un istante. Sereno 2015 a tutti .