Home Scienza e Tech Twitter cosa combini? Addio alla Timeline cronologica. Ma agli utenti non piace

Twitter cosa combini? Addio alla Timeline cronologica. Ma agli utenti non piace

#RIPTwitter – Continua la rivoluzione in casa Twitter, secondo quanto riporta il sito BuzzFeed News, nel giro di poche settimane il social del cinguettio apporterà cambiamenti significativi alla propria piattaforma. Addio alla timeline cronologica, fino ad oggi la forza trainante del social, sarà sostituita da un algoritmo basato sull’importanza dei Tweet, in pratica lo stesso funzionamento della timeline di facebook. Saranno visualizzati prima i tweet più interessanti, quelli basati sui nostri interessi e sicuramente quelli più retwittati. Un cambiamento radicale, al momento non è chiaro se l’implementazione potrà essere opzionale o sarà imposta a tutti gli utenti in automatico.

La nuova timeline è stata testata su un piccolo gruppo di utenti e l’esperimento sembra essere riuscito bene, tanto da poter attuare il cambiamento in modo definitivo. Ma agli utenti la notizia non piace e su Twitter è iniziata la “contestazione” con l’hashtag #RIPtwitter, subito trendingtopic.

Jack Dorsey, giovane ceo di Twitter, per risollevare le sorti aziendali sta cercando di portare cambiamenti troppo spesso mal visti soprattutto dagli utenti, secondo i quali Twitter lentamente sta perdendo il fascino ed il reale motivo per cui era nato. Una piattaforma di microblogging, capace in 140 caratteri di racchiudere un pensiero, una notizia, un argomento sensato.

«Continuiamo a discutere su come rendere il nostro prodotto più facile e accessibile a un numero sempre più ampio di persone», ha dichiarato la scorsa estate il ceo.

Secondo molti utenti, modifiche del genere, come anche quella dell’aumento dei 140 caratteri sarebbero la morte definitiva di Twitter. Il motivo è semplice, se bisogna imitare Facebook, tanto vale utilizzare solo il colosso dei social per eccellenza , o in alternativa non usare nessuno dei due. La rabbia e le minacce sono a centinaia, dalla cancellazione dell’account, al passaggio a facebook. Insomma Jack Dorsey  con le sue iniziative stravaganti è riuscito a farsi odiare da milioni di utenti, vedremo come reagirà.

 

PUBBLICITÀ