Home Calcio Troppo forte il Palermo, un buon Avellino sconfitto 2-1

Troppo forte il Palermo, un buon Avellino sconfitto 2-1

ACQUISTA SU EBAY
Io, lui e nessun altro - Romanzo sulla dipendenza affettiva

Coppa Italia – Buonissima prestazione per i lupi di Tesser, che si confermano oltremodo come una realtà convincente nell’imminente campionato di serie B. Passa il Palermo per 2-1, in una partita equilibrata e dai ritmi elevati, complimenti per gli uomini di Tesser, capaci di giocare senza timori con i più quotati avversari. Oltre 10 mila i presenti allo stadio con buon seguito degli ultras Avellinesi sempre pronti a sostenere la propria squadra del cuore. La partita inizia a ritmi altissimi, L’Avellino ben messa in campo nei primi dieci minuti riecse a gestire palla e creare più gioco del Palermo, Iachini si sbraccia dalla panchina quando al 5′ Zito e Trotta costruiscono una buona azione sotto porta.
Al 14esimo il primo affondo del Palermo, Rispoli sulla destra, cross al centro deviato da Nitriansky, Frattali deve volare sul primo palo per evitare un clamoroso autogol, il Palermo cresce l’Avellino arretra, Tesser invita i suoi a non chiudersi, Belotti provoca l’ammonizione di Biraschi, al 25esimo i padroni di casa vanno vicinissimo al gol con Vazquez  che prende palla al limite dell’area, supera due avversari bella la conclusione ci arriva Frattali. Pochi sprazzi per i lupi che si limitano a contenere , al 46esimo prima vera occasione per il Palermo, Rispoli in grande serata sulla destra serve una grande palla a Rigoni la conclusione forte viene deviata sul palo da Rea, Frattali battuto. Il primo tempo termina dunque 0-0 un buon Avellino soprattutto nei primi muniti lentamente spentosi con la pressione dei padroni di casa.

Il secondo tempo inizia come il primo, l’Avellino parte con il piede sull’accelleratore, al 3minuto Soumarè intercetta di testa una palla dalla mediana e serve Trotta che aggancia magnificamente, tiro di prima, la palla finisce sulla traversa. due minuti più tardi ci prova il Palermo con il solito Vazquez , tiro dalla distanza, grande parata dell’ottimo Frattali che devia in angolo. La partita diventa molto intensa e piacevole con capovolgimenti di fronte continui, il Palermo fa valere la maggiore qualità e riesce a gestire meglio le azioni da gioco ma i lupi reggono bene senza farsi schiacciare. Al 7′ la prima svolta della partita, Calcio d’angolo dalla sinistra, Belotti salta più alto di tutti serve Rigoni lasciato incredibilmente solo nell’area piccola,colpo di tacco e Frattali battuto 1-0 Palermo. Gli uomini di Tesser subiscono il colpo e 5 minuti dopo rischiano di capitolare per la seconda volta, Belotti di testa sbaglia clamorosamente la mira. I ritmi sono altissimi si gioca a velocità incredibile per essere al 15 di Agosto, al 14esimo si rivede l’Avellino e lo fa nel migliore dei modi pareggiando l’incontro, Gavazzi dalla sinistra trova il solito Trotta che al volo batte Sorrentino con il sinistro, proteste del Palermo per un presunto fuorigioco. Nemmeno il tempo di esultare che due minuti dopo al 16esimo il Palermo ripassa in vantaggio , reazione immediata dei padroni di casa, Lazaar dalla sinistra crossa sul secondo palo, Rigoni tiro al volo, Frattali respinge, Quaison è tutto solo segna di ribattuta. Al 25esimo brutto infortunio per Mokulu che in uno scontro di gioco a centrocampo spalle alla porta si fa male alla spalla. Eloquenti i gesti di dolore dell’ariete belga da poco entrato al posto di Trotta. Al 29esimo sassata di Lazaar dal vertice sinistro dell’area la palla si stampa sul legno con Frattali battuto. gli ultimi dieci minuti l’Avellino tenta l’assalto al pareggio ma è bravo il Palermo a contenere senza rischiare molto. Il Palermo dunque passa al quarto turno della Coppa Italia meritatamente, l’Avellino conferma i progressi fatti fino ad oggi e si merita gli applausi dei tifosi irpini giunti fino a al Barbera. In ombra uno spento Tavano, Frattali tra i miglio in campo.