Tinder,l’applicazione per incontri privati.

tinder

Tinder è sicuramente l’applicazione del momento nel panorama degli incontri ,l’applicazione negli ultimi mesi ha avuto una crescita pazzesca,soprattutto negli Usa, l’app Tinder è nata due anni fa in California lentamente si è fatta conoscere anche in Italia ed in Europa.

Dentro Tinder c’è un mondo piuttosto eterogeneo che cresce a ritmi elevati, ma cos’è e come funziona quest’applicazione? cerchiamo di capirlo assieme.

Tinder è un applicazione piuttosto semplice che ti permette la connessione con altre persone nelle vicinanze (trova utenti in un massimo di 160 kilometri)permettendoti di chattare e conoscere nuove persone. L’obiettivo anche se non propriamente dichiarato è l’incontro passionale .

L’applicazione una volta individuata la propria posizione geografica disegna un cerchio all’interno del quale vengono selezionati altri utenti sulla base di scelte precedentemente selezionate,come età ,sesso e della compatibilità dei mi piace ricevuti dal proprio profilo Facebook,quindi l’applicazione propone le persone piu vicine a voi,rimanendo comunque dentro la distanta di 160 km.Una volta selezionata la persona che si reputa interessante e possibile controllarne il suo stato,le sue foto,ed esprimere il proprio giudizio,qualora anche l’altra persona risponda con giudizio positivo Tinder avvia la chat,da qui è possibile organizzare dei veri e propri incontri reali,sicuramente vi starete chiedendo, anche con le altre chat è possibile organizzare incontri,certamente, Tinder però come dicevamo in precedenza si pone come obbiettivo la conoscenza piu approfondita,insomma se inizi ad usare Tinder sei consapevole che troverai gente disposta a ad organizzare incontri di natura intima.

le statistiche parlano chiaro,l’applicazione disponibile su Android e Windows Phone ma non su Iphone ha un incremento d’iscritti del 25% ogni settimana.Dopo il servizio delle Iene che ne mostrava l’utilizzo nella trasmissione x-love,negli ultimi giorni migliaia di Utenti sono corsi a scaricarla. voi la usate? avete superato l’imbarazzo? fatecelo sapere.