Home Salute Smog da record a Frosinone, auto ferme per 3 giorni, rischio per...

Smog da record a Frosinone, auto ferme per 3 giorni, rischio per la salute

Frosinone - Il sindaco Ottaviani in merito al Pm10 e all'inquinamento

A Frosinone è emergenza polvere sottili. Il limite massimo previsto a livello nazionale è stato superato ben 109 volte. Scatta dunque il divieto di circolazione nell’ambito urbano, a partire da oggi , lunedì 28 dicembre , a mercoledì 30 dicembre. E’ vietata anche la circolazione dei bus . E’ stato il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani , con l’assessore all’ambiente Trina, a decidere il provvedimento per correre immediatamente ai ripari. Il Sindaco spiega :”Non potendo sperare solo nella pioggia, saremo costretti a limitare ulteriormente la circolazione automobilistica privata e l’utilizzo fuori norma dei sistemi di riscaldamento, con particolare attenzione verso alcune industrie sulle quali crescono le perplessità, poiché la libertà del singolo deve trovare sempre il limite del diritto alla salute della collettività. Stiamo ultimando l’incrocio e la verifica di alcuni dati statistici che, se confermati, si tradurranno in un esposto – denuncia che sottoscriverò personalmente, e che sarà depositato la prossima settimana presso la Procura della Repubblica di Frosinone, dotata di strumenti istituzionali ed imparziali per discernere cause e responsabilità del fenomeno inquinante”.

Inquinamento a livelli altissimi, controlli su 20mila caldaie a Frosinone

Frosinone già nel 2014 aveva superato i limiti previsti, pertanto era stata definita la maglia nera, la materia del Pm 10 e delle polveri sottili con 130 ug/m3 (la soglia massima è di 50). Probabilmente a contribuire all’innalzamento del livello di inquinamento sono anche caldaie su impianti industriali e civili che a partire dal nuovo anno saranno controllate tutte a tappeto .Il diritto alla salute dei cittadini va tutelato. Sono aumentati a Frosinone a causa dell’inquinamento casi di bronchiti croniche , l’inquinamento colpisce tantissimo l’apparato respiratorio, e sono aumentati anche casi di ictus. La soluzione per ridurre questo forte inquinamento, è quella di aumentare i trasporti pubblici e migliorare i servizi per i cittadini.