Home Territorio Il Sindaco Festa presenta per Avellino un Piano Strategico in sei punti

    Il Sindaco Festa presenta per Avellino un Piano Strategico in sei punti

    In arrivo anche un Project da 5,5 milioni per parcheggio Smart.

    Il Sindaco Festa presenta per Avellino un Piano Strategico in sei punti

    Avellino – Ad un anno dalla sua elezione il sindaco Festa presenta un Piano strategico che prevede interventi nel Sociale, Lavori Pubblici, Turismo e Ambiente, senza tralasciare Vivibilita’ ed Origini. Nel primo anno di amministrazione, il sindaco Festa si e’ messo in luce per aver organizzato e fatto vivere una lunga estate ricca di eventi, che hanno rivitalizzato ogni angolo della citta’. Per il resto si e’ verificato uno spiacevole contrattempo sul via libera al Piano di predissesto, per cui si potra’ disporre del finanziamento di otto milioni di euro solo dopo l’approvazione del bilancio, che dovra’ avvenire entro il 31 luglio prossimo.

    Nei quattro mesi di lockdown il Sindaco Gianluca Festa si e’ reso protagonista di un discusso piano di tamponi rapidi somministrati su Campo Genova, per la cui predisposizione sono stati spesi diverse centinaia di migliaia di euro. Lo stesso campo Genova che, nelle intenzioni del Sindaco, sarebbe destinato ad ospitare il mercato bisettimanale, sede per nulla gradita agli ambulanti che premono per ritornare sulla vecchia sede del piazzale degli Irpini.

    adv

    Intanto le due aree sono state dichiarate inidonee da Asl ed Arpac, e necessitano entrambe di adeguamenti. La questione e’ tutt’altro che risolta e quasi sicuramente finira’ in tribunale, con la richiesta di risarcimento da parte dei commercianti, fermi da prima di Natale. Il primo anno di amministrazione si e’ chiuso con la arcinote vicende da assembramento giovanile del sabato sera che hanno visto il sindaco Festa alla ribalta delle cronache nazionali.

    Il sindaco Festa presenta il programma di rilancio della città: Investimenti nel sociale, vivibilità e territorio.

    Ma veniamo al nuovo programma. Si parte dal Sociale, ove saranno a disposizione 8,5 milioni  del Piano di Zona, che serviranno a venire incontro alle esigenze delle fasce deboli, mediante aiuti come il pagamento di utenze o debiti. Secondo punto la Vivibilita’: sara’ rivolta attenzione al ripristino dei luoghi di socializzazione, come i centri San Tommaso e di Bagnoli e con la riqualificazione del Samantha Della Porta. Sranno ripristinati impianti sportivi, come quello di Rione Mazzini, San Tommaso e le aree verdi, come parchi e giardini gia’ esistenti. A questo proposito notiamo che , nonostante i proclami di riapertura per fine maggio, il Parco Santo Spirito e’ ancora chiuso ed il campo Coni e’ usufruibile solo da pochi giorni.

    Seguono due idee suggestive del Sindaco che, con riguardo alle Origini della citta’, manifesta il proposito di spostare la sede comunale a Palazzo de Peruta ed acquisire dal Demanio la Torre dell’Orologio.

    adv

    Riguardo all’Ambiente Festa si ripromette di far funzionare bike sharing e piste ciclabili, di cui si e’ parlato tanto, ma finora non si e’ vista neanche l’ombra di un tracciato. Piu’ impegantivo il risanamento del Rio San Francesco con incarico, a detta del Sindaco, dovrebbe avvenire tra qualche settimana, e la bonifica dell’area Isochimica, per la quale siamo ancora alle buone intenzioni.

    E poi ci sono i Lavori Pubblici che annoverano le opere eterne incompiute, quali il Tunnel,che Festa promette di aprire nei prossimi sei mesi, l’ex Gil e Piazza Castello. Ma lo scoop viene annuciato per le Case Popolari, per le quali il Primo cittadino promette la piu’ grande ricostruzione mai avvenuta tramite utilizzo del Sisma Bonus e rinovamento totale a costo zero per il Comune.

    Per il Turismo, che sara’ incentivato conla realizzazione di un centro irpino delle eccellenze locali, da sistemare in piazza Kennedy e, fiore all’occhiello, l’allestimento su campo Genova (il campo della discordia!) della Smile Arena, un’area da divertimento che, a detta del Sindaco, attirera’ gente da tutto il Sud, con spettacoli, musica ed eventi.

    Intanto e’ stato presentato, sempre da Festa, un progetto da 5,5 milioni per parcheggi Smart, che prevede l’esternalizzazione di tutte le aree di parcheggio della citta’. Sara’ affidato in  Project financing per quindici anni  dietro canone annuo di 1,8 milioni di euro a favore del Comune ed e’ stato propsto dall’impresa Telereading con sede a Catania, specializzata in tecnologia di risparmio energetico. Tale prodotto andra’ sottoposto a gara pubblica previo passaggi in Commissione e Consiglio Comunale. Da non sottovalutare due aspetti: che il canone annuo prospettato e’ all’incirca pari a quello che gia’ si realizza con l’attuale gestione e che con il nuovo sistema verrebbe a mancare il ruolo attualmente svolto  dai cosidetti vigilini, in carico all’ACS come lavoratori socialmente del Comune. Quindi cio’ comporterebbe anche la perdita di posti di lavoro, problema che dovra’ essere ben considerato prima che sia troppo tardi!

    adv