Serie A, campionato finito, Promossi e Bocciati: ecco le pagelle di tutte le squadre

serie a

Il campionato di serie A è ufficialmente terminato, tirando le somme scopriamo quali siano state le squadre da promuovere e quelle da bocciare. Andiamo con ordine, la Juventus ha vinto il suo quinto campionato di fila, il Napoli accede alla fase a gironi della Champions League, la Roma dovrà invece passare per i preliminari di Champions. La zona Europa League è molto più intricata, l’Inter è sicura al 100% dell’accesso alla fase a gironi, la Fiorentina attualmente sarebbe anch’essa sicura della fase a gironi, ma con il rischio di passare per i preliminari, il Sassuolo, attualmente sarebbe qualificata per i preliminari di Europa League, ma con il rischio di essere esclusa. Perchè? Semplice, sabato si gioca la finale di Coppa Italia, tra Juventus e Milan, da regolamento chi vince la competizione ha diritto all’accesso diretto in Europa League, dunque, qualora dovesse vincere il diavolo rossonero, entrerebbe di diritto nella seconda competizione europea, retrocedendo la Fiorentina ai preliminari e lasciando fuori il Sassuolo. Quindi, i romagnoli e i Toscani, dovranno tifare bianconero. Il campionato ha sancito inoltre le tre retrocessioni, tornano in serie B, le due neopromosse, Carpi e Frosinone, ed inaspettatamente il Verona. Si salvano per il rotto della cuffia, il Palermo,l’Udinese e la Sampdoria.

Juventus voto 10

Solo la Juventus avrebbe potuto compiere questa impresa incredibile, passare da -12 punti a vincere il campionato con 9 punti di vantaggio è senza dubbio un capolavoro. Battuti diversi record, il più sentito Buffon ed il suo incredibile record di imbattibilità di 973 minuti. Squadra solida e compatta, forse il campionato Italiano inizia a stargli stretto?


Sassuolo voto 9

Che dire di questo Sassuolo? Straordinario, per lunghi tratti della stagione ha espresso il miglior calcio del campionato, una finta provinciale dalle grandi ambizioni, hanno conquistato sul campo una meritatissima qualificazione ai preliminari di Europa League. Sfornano quantità industriali di talenti, e se nel corso della stagione non si fosse presa qualche pausa di troppo, quasi sicuramente avrebbe migliorato la propria classifica.


Napoli voto 9

Nessuno credeva in questo Napoli, secondo molti oramai al capolinea, svogliato e con un Sarri inesperto avrebbe raggiunto forse l’Europa League. Invece è stato un Napoli a tratti straordinario, per molti mesi ha giocato un calcio tra i migliori in Europa. Due episodi hanno condizionato la stagione, l’immeritata uscita anticipata contro il Villareal in europa, e la sconfitta nei minuti finali (immeritata), contro la Juventus.
HIGUAIN VOTO 10 E LODE
Sono passati 66 lunghissimi anni. L’Italia del Dopoguerra cercava di rialzarsi e Nils Gunnar Nordahl otteneva il record di marcature nel campionato italiano: 35 in 38 giornate a infiammare il Diavolo. Gonzalo Higuain ha cancellato il primato dello svedese e, con la tripletta al Frosinone, ha chiuso una stagione esaltante a quota 36 reti. Pura fantascienza.

 

Chievo e Empoli  voto 8

Ogni anno candidate alla retrocessione, ogni anno largamente salve. Le due provinciali terribili, solide, compatte e decisamente brave nel giocare a calcio. Chievo ed Empoli, meritano ampiamente la serie A, tra le piccole sono le uniche che hanno capito che bisogna giocare a calcio e non chiudersi in difesa come negli anni 70! Due squadre con mentalità inglese, affrontano tutte le partite allo stesso modo, Juventus o Carpi? Poco importa, gioco offensivo, arioso e bello da vedere. Entrambe hanno dato lezioni di calcio a squadre decisamente più quotate. Brave.


Roma voto 7,5

Alti e bassi per questa Roma, ci si aspettava molto di più, ma anche quest’anno si trova dietro la Juve in doppia cifra. Doveva essere l’anno dello scudetto, soprattutto con la mediocre partenza dei bianconeri bisognava fare molto di più. La squadra potenzialmente è tra le più forti in Europa, ma sul campo si è spessa dimostrata svogliata e difensivamente imbarazzante. Tuttavia con l’arrivo di Spalletti, in sostituzione di un mediocre Garcia, la squadra si è ritrovata ed è riuscita quantomeno a raggiungere il 3 posto in classifica, lottando nelle ultime tre giornate contro il Napoli per il secondo posto.

 

Bologna voto 7

Bhe erano praticamente retrocessi, forse non tanto nei punti, quanto nel gioco e nella mentalità. Poi arriva il fin troppo dimenticato Donadoni, ed ecco che il glorioso Bologna cambia rotta, riesce nell’impresa di salvarsi, battendo inoltre, Napoli, Milan, Sassuolo, e soprattutto fermando sul pareggio la cavalcata record della Juventus.

 

Fiorentina voto 7

I viola ogni anno ripetono la solita storia, sembrano sempre voler spaccare il mondo, gioco spumeggiante, risultati e punti a raffica, vincono lo scudetto? Arrivano in Champions? No! ad un certo punto della stagione qualcosa si rompe, ed ecco che inizia il classico filotto di imbarcate che la taglia fuori da ogni ambizione, accontentandosi per l’ennesima volta dell’Europa League. Resta comunque una bella squadra, soprattutto nel gioco.

 

Carpi voto 7

Difficile analizzare questo Carpi, per certi versi gli andrebbe dato 10, per altri 0, troviamo una buona via di mezzo nel 7. Da cenerentola ha disputato un campionato straordinario, ma la sensazione è che abbia gettato alle ortiche la permanenza nella massima serie. Una squadra molto difensiva, che in troppe occasioni ha avuto paura di giocare a calcio, soprattutto contro squadre di pari livello, perdendo punti per strada troppo importanti. Quando hanno abbandonato l’estrema fase difensiva hanno dimostrato di potersela giocare, pareggiando con l’Inter, perdendo di misura con Napoli e Fiorentina.Ma la troppa paura di non prendere gol li ha condannati in più di un occasione. Peccato.

 

Genoa – Torino – Atalanta voto 6,5

Le classiche squadre che fanno bene al campionato, alternano grandi prestazioni a pessime settimane, infilano 3 vittorie di fila e 4 sconfitte subito dopo. Sono le squadre presenti in tutti i campionati di calcio, quelle che danno fastidio alla capolista, ma poi perdono con l’ultima in classifica. Giocano il loro onesto campionato, ma alla fine portano a casa una salvezza tranquilla.

 

Frosinone voto 6,5

Bella realtà quella ciociara, retrocedono con onore. Hanno sempre cercato di giocare a calcio, purtroppo i valori in campo in molte occasione gli sono stati superiori, ma non hanno mai preferito l’estrema fase difensiva per conquistare il punto. Hanno cercato in tutte le occasioni di provare ad imporre il proprio gioco, ma non sempre gli è andata bene.

 

Inter voto 6

Forse non è mai stata la reale candidata a vincere lo scudetto, forse neppure per raggiungere la Champions League, tuttavia le prestazioni degli uomini di Mancini sono state a tratti imbarazzanti. Vittorie, soprattutto ad inizio campionato al limite della fortuna, gioco inesistente e totale mancanza del gruppo. Finire il campionato a -24 punti dalla Juventus, dopo essere stati in vantaggio di 10 punti, è decisamente fallimentare. Tuttavia la sufficienza la concediamo solo perchè alcune hanno fatto decisamente peggio.

 

Sampdoria voto 5,5

Brutta praticamente per l’intera stagione. La cura Montella non ha funzionato, squadra senza idee, senza calciatori di spessore, il vuoto totale insomma. La sola fortuna dell’eccentrico presidente blucerchiato e che il campionato sia finito alla 38esima giornata, ve ne fossero state altre due, magari retrocedevano. Bocciati!

 

Milan voto 5

Oramai ogni anno è sempre il peggiore per il glorioso diavolo, difficile analizzare l’ennesima stagione fallimentare. Mihajlovic, ha provato a tirar fuori il meglio da calciatori obbiettivamente mediocri, nonostante tutto, con troppe difficoltà è riuscito a condurli al sesto posto, poi la solita follia societaria che decide di cacciarlo al posto dell’inesperto Brocchi. Risultato? La squadra si è finita per sgretolare, settimo posto in classifica, che senza la vittoria in Coppa Italia (arrivata in finale grazie ad un calendario decisamente morbido) significherebbe altro anno senza coppe. Mediocri.

 

Lazio voto 5

Doveva essere una Lazio super competitiva, ma alla fine dei conti è stata una Lazio decisamente mediocre, sia in campionato che in coppa. Gli uomini di Lotito sono sembrati demotivati e svogliati dalle prime giornate, hanno provato la solita rimonta di fine stagione, ma questa volta gli è andata male. Rimandati.

 

Verona voto 4,5

Guardando la formazione dei veronesi, ci si accorge che potrebbe tranquillamente competere per una classifica attorno alla decima posizione, tuttavia la guida di Mandorlini quest’anno è stata fallimentare, la squadra non è riuscita ad esprimersi al meglio, infilando sconfitte su sconfitte. Con l’arrivo di Gigi Del Neri, la squadra ha iniziato a giocare un buon calcio, riuscendo a togliersi diverse soddisfazioni, tuttavia il distacco dalla zona salvezza era decisamente troppo ampio per continuare a crederci.

 

Udinese e Palermo Voto 4

Brutte da vedere, si salvano entrambe per 1 solo punto, stagione fallimentare sotto ogni aspetto. Delude l’Udinese, squadra che negli ultimi anni ha sempre espresso un bel calcio, divertente ed efficace, quest’anno, tolta la soddisfazione di aver battuto il Napoli, per il resto il vuoto assoluto, molto male. Serve un nuovo Di Natale!. Il Palermo è salvo, ma dovrà accendere un cero a Santa Rosalia, la stagione dei rosanero può essere sintetizzata nella gara di ieri. Giochi la partita più importante della stagione, contro una squadra retrocessa, davanti ad un magnifico pubblico e ti lasci dominare in quel modo? Orribili e fortunati!