Home Cultura Premi alla cultura nella basilica di Prata P.U.

Premi alla cultura nella basilica di Prata P.U.

Nella suggestiva basilica paleocristiana della S.S.Annunziata in Prata P.U. si e’ svolta una manifestazione in cui sono state premiate personalita’ distintesi in vari settori della societa’ civile.

Il noto giornalista Gigi Marzullo indicato come presentatore della serata e’ risultato assente, giustificato dai preparativi all’evento che lo fara’ convolare a nozze sabato a Nusco con la compagna da una vita Antonella De Iuliis. Sostituito dai giornalisti de Il Mattino Barbara Ciarcia, Stefania Marotti e Nello Fontanella, la serata ha avuto inizio con il saluto del Vescovo di Avellino il quale ha ricordato a tutti come la parole cultura, tema su cui e’imperniata la serata, va di pari passo con coltura, quindi di semina che ognuno deve mettere in atto per lasciare un segno tangibile nel tempo e nei luoghi ove ha vissuto.

Intervallati dai brani del recital musicale di Paolo De Vito, intitolato “Per mare, per cielo e per terra”, si sono succedute le premiazioni che hanno insignito personaggi del giornalismo come Antonio Caggiano, capostruttura di Radio 2, alla presenza del Presidente dell’Ordine regionale Ottavio Lucarelli e del decano dei giornalisti irpini Gianni Festa. Premiato inoltre Michele Mario Spina, dirigente della Polizia di Stato distintosi per aver prestato servizio nella zona di Scampia in contrasto con la criminalita’ organizzata; il Comandante della Forestale di Benevento Gennaro Curto; il sannita Pio Castiello architetto ed urbanista che ha prestato lungamente la sua opera in Irpinia. Conferita una targa ad Armando De Matteis, titolare dell’omonimo pastificio in Valle Ufita, gia’ insignito come Cavaliere del lavoro; presente in sala come ospite d’onore l’attore Salvatore Misticone (in arte Scapece) che oltre ad allietare il pubblico con il suo umorismo ha ricordato di essere il testimonial della pasta Armando prodotto di punta del su citato imprenditore.

Vibrante la testimonianza di don Antonio Coluccia, prete pugliese che esercita nella zona della Magliana ed e’ venuto piu’ volte in contrasto con la mala locale, da dover far ricorso alla scorta. Nonostante cio’ egli e’ apparso tutt’altro che rassegnato ad abbandonare il suo ruolo che lo ha portato ad essere definito il “prete degli ultimi”.

Il mondo dello spettacolo e’ stato rappresentato dall’attore e regista Barbato De Stefano anch’egli premiato; egli ha riferito di essere impegnato costantemente contro il cyberbullismo, fenomeno alimentato dalla distorta frequentazione di loschi soggetti nel mondo del web, le cui porte sono notoriamente aperte a tutti. La piacevole serata all’insegna della cultura e’ terminata con un gustoso rinfresco allestito dinanzi alla basilica che di sera e’ illuminata da sapienti fasci di luce.