Home Calcio Giallo sul presunto proiettile contro Antonio Conte: la moglie smentisce

Giallo sul presunto proiettile contro Antonio Conte: la moglie smentisce

Nonostante i successi, l’allenatore dell’Inter sembrerebbe incontrare diversi problemi

Questa mattina su tutti i media viene pubblicata una notizia piuttosto preoccupante per i tifosi dell’Inter: il loro allenatore Antonio Conte avrebbe ricevuto, qualche giorno fa, una lettera anonima con minacce e un proiettile all’interno. Per tale ragione, il mister avrebbe sporto denuncia contro ignoti, allertando poi anche la società. Di conseguenza, le forze dell’ordine hanno optato per la vigilanza, ossia il livello più blando di tutela, presa per lo più per motivi precauzionali. Secondo gli inquirenti, a essere l’autore di tale gesto sarebbe un mitomane, diventato ossessionato per l’allenatore, forse per motivi sconosciuti.

Venuta fuori questa notizia, arriva la smentita da Elisabetta Muscarello, la consorte dell’allenatore, attraverso il proprio profilo Facebook, questa mattina: “Per la cronaca: la storia del proiettile è una bufala. E comunque in Italia siamo messi proprio male come comunicazione …. per la serie: mi alzo, invento e scrivo! Senza pensare MAI alle conseguenze!!”

Alla fine, la lettera minatoria non è arrivata all’allenatore, ma direttamente al club nerazzuro, come precisa la società con una nota all’agenzia ANSA: “In relazione alle notizie pubblicate oggi, Antonio Conte non ha ricevuto personalmente alcuna lettera minatoria e, di conseguenza, non si è recato in prima persona a sporgere denuncia. È stato il club a ricevere una lettera e, come da prassi in questo genere di situazioni, ha provveduto a rivolgersi alle autorità competenti”.
Dunque, a questo punto resta da capire chi ha spedito questa missiva minatoria alla società e per quali ragioni.