Home Altri Sport Carmine Tommasone orgoglio Irpino, si qualifica per le Olimpiadi di Rio

Carmine Tommasone orgoglio Irpino, si qualifica per le Olimpiadi di Rio

Pugilato preolimpico, il campione di Contrada batte per giudizio degli arbitri il Turco Yasin Ylmaz

Boxe – raggiungere le olimpiadi è il sogno che ogni sportivo cova nel profondo della propria anima appena entra nel mondo del professionismo, un mondo duro , difficile, dove la sola chiave comune è il sacrificio. Gli sport individuali poi, anche peggio, possono diventare un “calvario”, dove spesso anche nelle vittorie si nasconde immensa sofferenza, la sofferenza di chi vede i propri sacrifici non ripagati, di chi deve lottare continuamente per dimostrare al mondo dello sport di esserci, un mondo troppo spesso oscurato dal calcio. Ma esistono tanti, troppi sport chiamati volgarmente minori, che sono costretti alla ribalta solo in occasioni importanti, come può essere un olimpiade o magari un mondiale, poi, per il resto dell’anno ritornano nel dimenticatoio. La Boxe è uno di questi, non uno sport inteso come tale, ma uno stile di vita, una cultura, capita da pochi maltrattata da tanti. In irpinia abbiamo avuto un grande pugile come Cardamone, oggi abbiamo un nuovo orgoglio, il suo nome è Carmine Tommasone, e dopo tre anni di straordinari successi è arrivato li dove meritano i campioni, alle Olimpiadi!

Carmine Tommasone, è un pugile di 32 anni, nato nel piccolo comune di Contrada in provincia di Avellino, giovane umile, gran dedizione alla disciplina, ci ha creduto dal primo momento ed oggi ha raggiunto il suo sogno. E’ il primo pugile professionista Italiano a qualificarsi per una Olimpiade, fino allo scorso 1 giugno infatti, il regolamento prevedeva solo pugili amatoriali. Tommasone ha battuto ai punti l’ottimo e tenace pugile Turco Yasin Ylmaz sul ring di Vargas (Venezuela), nella categoria pesi leggeri (60kg). Quello Venezuelano era il solo torneo di qualificazione aperto ai pro, oltre che ai pugili di Wbs e Apb. Il pugile irpino è riuscito a centrare l’ultimo posto utile disponibile, in un incontro ricco di emozioni deciso all’ultimo colpo, dell’ultimo secondo. Il verdetto finale è stato di 28-28, una perfetta parità, tuttavia il secondo giudizio di preferenza dei giudici ha premiato Tommasone, che dunque stacca lo storico biglietto per Rio 2016. La soddisfazione è immensa, tutta l’Irpinia ha dimostrato e sta dimostrando al campione la propria stima, i social stanno impazzendo di commenti e like, un modo semplice quanto gradito per dimostrare a Carmine che sul ring Brasiliano a giocarsi una medaglia non sarà da solo, ma saremo tutti li assieme a lui.

PUBBLICITÀ