Home Territorio Avellino: sblocco dei finanziamenti per il completamento dei cantieri; Decolla il 1°...

Avellino: sblocco dei finanziamenti per il completamento dei cantieri; Decolla il 1° Progetto di Area Vasta

Nei prossimi 15 giorni potranno ripartire i lavori di completamento di cantieri in città. Per Piazza libertà, Metro leggera, isochimica, e tunnel, riprenderanno l’iter lavorativo che porterà ai collaudi delle opere stesse entro marzo del prossimo anno.

La Regione ha sbloccato i fondi. Per l’Isochimica l’Amministrazione ha ricevuto tre milioni di euro che consentiranno di mettere in sicurezza l’area mediante l’abbattimento del silos e lo smaltimento dei cubi contenenti amianto ivi stoccati; per Piazza Libertà dovranno essere completati i lavori al lato delle fontane e potrà essere aperta al transito la parte carrabile in vista dell’apertura delle scuole; per la metro leggera si potrà completare l’installazione di pali e tralicci. Il tunnel, fermo da troppo tempo, potrà in primavera finalmente vedere la luce dal momento che anche la rampa di uscita verso via San Leonardo e’ stata ultimata. Il centro per l’Autismo, dopo infinite vicissitudini e dopo aver subito più di un atto vandalico, riceverù dalla Regione €.186mila per la chiusura dei lavori; intanto è in corso di svolgimento la perizia per la stima della proprietà del suolo che risulta intestato a un privato e non al Comune; seguirà la liquidazione e sarà in tal modo sciolto il vincolo che grava sulla struttura.

PUBBLICITÀ

Nelle prossime due settimane, come riferiva l’assessore alle Attività produttive, Arturo Iannaccone, la Regione sbloccherà l’utilizzo dei fondi Europa Più che ammontano a 16 milioni di euro, secondo il cronogramma che segue. Entro marzo 2017 potranno essere collaudati Piazza Libertà, la Metropolitana leggera ed il tunnel, mentre ci sarà tempo fino a dicembre 2017 per chiudere il cantiere  dell’ultimo tratto della strada Bonatti e per il nuovo arredo urbano del Corso Vittorio Emanuele. Contemporaneamente il Comune di Avellino inoltrerà anche la progettazione da inserire nel Fondo Regionale di Rotazione, il cui bando scadrà il prossimo 15 dicembre.

Buone prospettive si aprono per il primo progetto di Area Vasta che coinvolge, oltre al capoluogo, i comuni di Summonte, Capriglia, Monteforte, Pietrastornina, Petruro e Volturara per un comprensorio di 150mila abitanti. Il tema cui si ispira la prima Area Vasta e’ “fede, sapori ed emozioni, da Montevergine alle vie del vino”.

Il progetto, preparato dall’Ufficio Strategico Europa del Comune di Avellino di concerto con i Sindaci e gli uffici comunali e presentato al Ministero dei Beni Culturali, si propone come attrattore culturale-turistico dei comuni dell’Area Vasta di Avellino, come rinomato centro del turismo religioso. Il programma prevede un piano strategico con l’utilizzo delle nuove tecnologie multimediali allo scopo di propagandare quanto più possibile il brand Irpinia. Sara’ quindi allestito un portale per la promozione e  la valorizzazione del territorio.

L’asesssore Iannaccone ha rivendicato il merito del 1° progetto di Area Vasta, sottolineando che ‘e stato fatto tutto il possibile per allestire una zona di rispetto (requisito minimo un bacino di 150mila abitanti), sufficiente ad aggiudicarsi il budget di 300mila euro per la redazione di progetti esecutivi. La prossima scadenza sara’ quella del Fondo di Rotazione del 15 settembre.

PUBBLICITÀ

Dario Alvino