Home Salute Vegetariani contro Carnivori, l’eterna lotta finisce in parità : non c’è differenza...

Vegetariani contro Carnivori, l’eterna lotta finisce in parità : non c’è differenza di mortalità

Sfatato un mito decennale sui vegetariani  Lo afferma uno studio Inglese. Sei un vegetariano? Segui una dieta vegana? Il rischio di ammalarsi di cancro è esattamente equivalente di chi mangia carne. Da diversi anni era nato il pensiero che, mangiare carne, in modo particolare carne rossa influisse in maniera più o meno incisiva sull’aspettativa di vita di un essere umano. Secondo uno studio dei ricercatori dell’Università di Oxford, è un pensiero sbagliato. Gli studiosi ne sono certi dopo aver studiato il comportamento alimentare di cittadini Americani e del Regno Unito. Nello specifico lo studio ha riguardato le abitudini alimentari e il relativo stato di salute di 60.310 adulti, tra vegetariani, vegani e consumatori di carne del Regno Unito negli ultimi 30 anni, fornendo alcuni dati percentuali sull’associazione tra le loro abitudini alimentari e l’insorgere di malattie.

 

PUBBLICITÀ

La carne non influisce sull’aspettativa di vita

La ricerca ha evidenziato come sia i vegetariani che i più estremi vegani, hanno esattamente le stesse possibilità di ammalarsi di tumore di un qualsiasi mangiatore di carne rossa, di conseguenza anche le probabilità di mortalità sono le medesime. Tale convinzione non ha mai avuto prove scientifiche, piuttosto erano credenze autoindotte dagli stessi non amanti della carne, avallata soprattutto in Italia da alcune trasmissioni televisive, che avevano mostrato alcuni casi,dove pazienti con il tumore avevano ricevuto dei benefici passando ad una dieta vegetariana. Tuttavia gli stessi ricercatori di Oxford precisano come nel complesso, i vegetariani ed i vegani, hanno il 10% di possibilità in meno di ammalarsi. Un dato molto soggettivo, che, in larga scala non influisce ne sull’aspettativa di vita ne sulla possibilità di ammalarsi di cancro nelle stesse probabilità dei carnivori.

 

La sedentarietà non aiuta

 

Stile di vita sedentario è termine medico usato per descrivere uno stile di vita con una mancanza di moto o esercizio fisico. È comunemente riscontrato nei paesi sviluppati e in via di sviluppo ed è caratterizzato dallo stare seduti, leggere, guardare la televisione e usare il computer per buona parte del giorno con mancanza parziale o totale di esercizio fisico.

Effetti

La mancanza di esercizio fisico è una delle maggiori cause di morte prevenibili al mondo.


Una risposta adottata da molte organizzazioni concernente la salute e l’ambiente è la promozione del viaggio attivo, che invita a camminare e andare in bicicletta come valide alternative ai trasporti motorizzati. Dato che molti viaggi sono per distanze relativamente brevi, ci sono numerose volte in cui il viaggio attivo è possibile, anche se in alcune impostazioni questo richiede la modifica di talune infrastrutture. Dunque dopo anni è stato sfatato un mito, in ogni caso bisogna sempre usare moderazione, soprattutto quando si parla di cibo e mai abusarne, sia che si tratta di carne rossa o insalata verde.