USA primi nel presentare la strategia climatica

Programmato il percorso di riduzione delle emissioni di gas serra al 2050 dell'80% o più sui livelli del 2005

Usa –  L’inquinamento globale dei gas serra, coinvolge sempre più le politiche internazionali sul tema del surriscaldamento climatico, che ha comportato un mutamento progressivo del clima terrestre e un cambio surreale  delle stagioni,  che a volte stentano a riconoscersi. Il cambiamento climatico è da attribuirsi  ampia misura alle emissioni nell’atmosfera terrestre di crescenti quantità di gas serra e ad altri fattori inquinanti. Su questo tema sia  gli Stati Uniti che il Messico sono stati i primi due paesi a presentare alla Convenzione dell’Onu per il cambiamento climatico (UNFCCC) le loro strategie di lungo termine contro il riscaldamento globale.  Il programma è stato pubblicato sul sito dell’ UNFCCC: “Gli USA hanno esposto un programma tecnico di riduzione delle emissioni di gas serra al 2050 dell’80% o più sui livelli del 2005. L’obiettivo del Messico è una riduzione entro il 2050 del 50% di gas serra rispetto al 2000. Il piano americano si suddivide in tre punti: passaggio a un sistema energetico a basse emissioni di carbonio; sequestro di carbonio attraverso foreste, terreni e tecnologie di stoccaggio; riduzione degli altri gas serra come metano, ossido di azoto, gas fluorati”. Migliorare qualitativamente le politiche internazionali in tema energetico serve a migliorare l’ipotesi che queste variazioni climatiche possano ridurre le variazioni dell’attività solare.