Home Salute Sigarette elettroniche dannose? Sicuramente creano più ansia e dipendenza

Sigarette elettroniche dannose? Sicuramente creano più ansia e dipendenza

Sigarette elettroniche dannose si o no? Dopo mesi di relativa tranquillità, di spot televisivi praticamente scomparsi da ogni forma di media si ritorna a parlare delle sigarette elettroniche. Nello specifico, il vapore della sigaretta elettronica è dannoso?

La risposta arriva direttamente da uno studio Italiano effettuato da Cnr e Università Statale di Milano, in collaborazione con le università di Modena e Reggio Emilia, pubblicato su European Neuropsychopharmacology. Gli esperti hanno analizzato gli effetti neurochimici e comportamentali dei vapori assunti attraverso le e-cig. I risultati non renderanno felici i fumatori elettronici, infatti, lo svapare e dunque inalare il vapore delle e-cig contenenti anche piccole quantità di nicotina creerebbe un forte stato ansioso anche maggiore rispetto alla sigaretta classica.

PUBBLICITÀ

Fumo, studio italiano: sigarette elettroniche creano dipendenza come le “bionde”

Il test effettuato sui topi.
Il test effettuato su topi da laboratorio ha dimostrato come sia il fumo delle classiche sigarette sia il vapore contenente tracce di nicotina delle sigarette elettroniche avrebbero effetti collaterali simili, come spiega una delle ricercatrici dello studio – i dati indicano che la sigaretta elettronica dà una forte dipendenza e che possiede un effetto ansiogeno rilevante”. I test comportamentali indicano tuttavia che l’astinenza acuta da sospensione di e-cig “è minore rispetto a quella indotta dalle sigarette normali, come pure il deficit cognitivo”.

Dunque i dati parlano chiaro, per quanto sia vero che l’astinenza dalla sigaretta elettronica sia più controllabile della classica sigaretta è pur vero che lo stato di Ansia che crea lo svapare è decisamente più preoccupante, infatti si protrae nel tempo con comportamenti compulsivi. I ricercatori affermano chiaramente che sia le e-cig, sia le sigarette classiche contengono delle sostanze ancora sconosciute capace di creare questi effetti decisamente preoccupanti.

I ricercatori di Cnr e Università Statale di Milano hanno osservato che l’effetto ansiogeno provocato dalle e-cig è addirittura maggiore

“Servono regole e controlli” – I ricercatori sottolineano infine che “le sostanze aggiunte nel vapore di nicotina delle sigarette elettroniche non sono note né codificate”. E aggiungono: “Sarebbe pertanto necessario predisporre regole e controlli, affinché le e-cig rappresentino una vera alternativa al fumo di sigaretta convenzionale piuttosto che un pericolo ancora ignoto”.