Home Sport Si torna a sognare con La Ferrari ed il neo campioncino Leclerc

Si torna a sognare con La Ferrari ed il neo campioncino Leclerc

La Ferrari va! La macchina e’ in questo scorcio di stagione piu’ veloce della Mercedes e anche piu’ affidabile. Peccato che siamo a tre quarti del campionato, mancano cinque gare al termine.

La Rossa ha vinto tre gare nelle ultime quattro, centrando una doppietta nel Gran Premio di Singapore. E la rivelazione e’ data dal francesino Charles Leclerc che, partito come secondo pilota, sta insidiando sempre piu’ la leadership di un Vettel che ha collezionato molti errori in questa stagione e tradisce segnali di nervosismo. Il ventunenne pilota monegasco e’ stato ingaggiato dal 2016 nella Ferrari Driver Accademy, quindi adocchiato giovanissimo dalla dirigenza del Cavallino.

Nel 2016 ha vinto il campionato GP3 e nel 2017 quello di Formula 2; dopo aver esordito nel 2018 in Formula Uno con la scuderia Alfa Romeo Sauber ha iniziato quest’anno con la Ferrari disputando complessivamente 36 Gran Premi, vincendone due e collezionando finora cinque pole position. E’ il piu’ giovane pilota ad aver vinto con Ferrari e questo e’ un ottimo auspicio per una gloriosa carriera con la scuderia di Maranello.

Dopo le ultime vittorie Leclerc ha 107 punti di ritardo rispetto ad Hamilton ed e’ quarto in classifica per cui e’ estremamente difficile pensare a una sua rimonta vincente: a cinque gare dal termine al pilota inglese della Mercedes basterebbe anche solo terzi e quarti posti per chiudere vittorioso il campionato. Del resto se fino ad agosto le frecce argento hanno dominato, cio’ e’ valso a fargli computare un centinaio di punti di distacco rispetto ai ferraristi e a Verstappen, mentre i punti del campionato costruttori ammontano a 571 per la Mercedes e 409 per la Ferrari.

Ma sognare non costa nulla ed il popolo ferrarista lo fa in quest’ultimo scorcio di stagione. E l’aspettativa si proietta al prossimo anno 2020: oramai le prestazioni della Rossa non hanno nulla da invidiare alla Mercedes che ha vinto nelle ultime cinque stagioni altrettanti titoli. Ora come ora la Ferrari ha solo un problema di gestione piloti, dal momento che il francesino volante pretende piu’ attenzione dal team ed il piu’ esperto e titolato Vettel non vuole abdicare al ruolo di seconda guida. In questo momento si registra la mancanza di polso da parte della direzione sportiva del Cavallino che dovrebbe far capire ai due driver che il gioco di squadra in Ferrari deve venire prime delle ambizioni dei piloti. Per le prossime gare il circo della Formula Uno volera’ in Giappone, Messico e Stati Uniti per concludere in Brasile ed Abu Dhabi.

PUBBLICITÀ