Home Politica Sfiducia Ciampi (M5S): La citta’ di Avellino sara’ commissariata

Sfiducia Ciampi (M5S): La citta’ di Avellino sara’ commissariata

Movimento 5 stelle, sfiduciato il sindaco di Avellino, Ciampi. Dopo la votazione quasi unanime della sfiducia da parte del Consiglio (23 voti favorevoli) l’avventura del sindaco Cinquestelle Vincenzo Ciampi e’ da considerarsi conclusa.

La crisi e’ doppia per l’Ente comunale avellinese in quanto sul piano finanziario e’ quasi certa la dichiarazione di dissesto, e sul piano politico per la fine della legislatura pentastellata durata solo cinque mesi. Ed i prossimi mesi saranno ancora piu’ difficili perche’ vedranno all’opera un commissario nominato dal governo per iniziare una gestione ordinaria che comportera’ adeguamento della tassazione ai massimi livelli, riduzione drastica degli sprechi ed inevitabile decurtazione alle prestazioni di welfare e nel sociale.

Si andra’ cosi’ avanti fino alle prossime elezioni che si terranno presumibilmente nel giugno del prossimo anno. L’attuale sindaco Ciampi, pur avendo sconfitto il rappresentante del PD avv. Nello Pizza alla tornata elettorale di giugno scorso, non ha mai avuto una maggioranza solida, disponendo dell’appoggi sicuro di soli cinque consiglieri, ma sin dall’inizio non ha mai ceduto alla tentazione di distribuire poltrone a coloro che pure l’avevano appoggiato al ballottaggio, restando quindi fedele alle disposizioni del partito e non cedendo a compromessi.

E dalle prime battute si era capito che i consiglieri alleati, non soddisfatti, gliela avrebbero fatta pagare alla prima occasione. Peraltro Ciampi e i suoi hanno adottato atteggiamenti poco diplomatici con l’opposizione; come in occasione dei manifesti contenenti i nominativi dei consiglieri che bocciavano provvedimenti utili per la citta’.

In altre occasioni sono state commesse indecisioni e passi falsi che hanno palesato scarsa dimestichezza con la gestione della cosa pubblica; come ad esempio nessun riguardo verso commercianti e cittadini per il blocco del traffico dovuto all’ordinanza smog; oppure l’allestimento bluff dei festeggiamenti per il Ferragosto

L’ onorevole Carlo Sibilia, sottosegretario pentastellato al Ministero dell’Interno, accusato di essere il manovratore del sindaco Ciampi, ha dichiarato di essere sereno riguardo alla fine della legislatura, che e’ stata provocata a suo dire da un atto di killeraggio politico dei ventitre’ sfiducianti che egli ha apostrofati “The Sciacal”. E di confidare inoltre sull’operato della Procura avellinese che ha in mano i documenti per poter incriminare le attivita’ scellerate che hanno comportato l’ammontare di circa quaranta milioni di debiti per il Comune.

L’onorevole Gubitosa si mostra ancor piu’ fiducioso essendo convinto che alla prossima tornata elettorale il Movimento Cinquestelle prendera’ una maggioranza tale di voti da poter governare in autonomia, senza temere sgambetti di franchi tiratori. E ricorda che il vecchio sistema, che ha imperato per anni ad Avellino, e‘ stato sconfitto. L’opposizione, sia gli sfiducianti che gli esponenti del PD, ribadiscono che il sindaco Ciampi sia caduto per incompetenza e pressappochismo, sia sul piano politico che gestionale.

ACQUISTA SU EBAY
Io, lui e nessun altro - Romanzo sulla dipendenza affettiva