Home Territorio Settembre in Irpinia nel segno dell’ecologia

Settembre in Irpinia nel segno dell’ecologia

Il nuovo mese segnera’ la fine della bella stagione climatica, ma sara’ l’inizio di nuove stimolanti iniziative nel segno dell’ecologia e del viver sani.

Due gli eventi degni di nota. Ricorre il venticinquennale del CAI (Club Alpino Italiano) di Avellino e saranno ricordati due alfieri dell’escursionismo, quali Giuseppe Gambale e Giancarlo Nebbia, scomparsi di recente. Sara’ l’occasione nel week end dal 13 al 15 settembre presso la sede di Cesinali di riproporre la “Via delle Acque” sul Monte Terminio, che costituisce un grosso bacino idrico e fornisce acqua a buona parte del Sud Italia L’Irpinia e’ attraversata da otto tappe rientranti nel “Sentiero Italia”, circuito di 6.800 km. allestito dal Cai nazionale.

PUBBLICITÀ

A tal proposito una menzione particolare merita il percorso delle cascate di Montella che sorge ai piedi della Chiesa del Santissimo Salvatore ed offre un itinerario naturalistico accessibile a tutti coloro che volessero provare l’ebbrezza di guadare un ruscello nella frescura della natura incontaminata e senza dover scalare gli “ottomila”. Le cascate di Montella sono tre: le prime due (della Lavandaia e della Maronnella) facilmente raggiungibili parcheggiando l’auto appena fuori paese ed offrono aree attrezzate a pic-nic per un ristoro fai-da-te; la terza (cascata del Fascio) occorrono gambe in spalla e un po’ di attenzione, evitando di sfidare le pendenze piu’ ardite si puo’ godere di un posto magico e ci si innamora quasi subito della natura, giurando di tornarci ancora.

Ma con l’inizio dell’anno scolastico ci sara’ anche un’altra lodevole iniziativa, questa volta di Legambiente. Sulla scorta dell’esperienza fatta dal sindaco Sala, che lo scorso anno ha fatto recapitare sui banchi di scuola 100mila borracce in alluminio agli scolari di elementari e medie milanesi. Quest’anno l’iniziativa e’ stata proposta anche al sindaco di Avellino Festa, che si e’ mostrato entusiasta di aderire all’idea.

La distribuzione di tali oggetti in alluminio nelle scuole servira’ a scoraggiare l’uso della plastica che, come sappiamo, ha tempi lunghissimi di smaltimento ed indurra’ a sensibilizzare piccoli ed anziani al riciclo dei rifiuti.

Isono sempre piu’ numerosi i locali commerciali all’insegna del plastic-free; sempre a Milano Confcommercio e Legambiente favoriscono e sponsorizzano bar, osterie e gelaterie che utilizzano ciotoline riutilizzabili e contenitori in vetro, fornendo cannucce e tappi dei bicchieri per caffe’ da asporto biodegradabili.Tali iniziative potranno far solo bene alla citta’ di Avellino che ha dimostrato di aver gia’ recepito il concetto del rifiuto virtuoso con una discreta percentuale di raccolta differenziata.