Home Calcio Fenomeno Icardi, Inter-Juventus 2-1: bianconeri sconfitti in rimonta. Napoli primo

Fenomeno Icardi, Inter-Juventus 2-1: bianconeri sconfitti in rimonta. Napoli primo

Serie A, Inter-Juventus 2-1: Icardi e Perisic stendono i bianconeri in rimonta

Inter-Juventus 2-1. Il botto è di quelli grossi, soprattutto per come si era messa la partita, una Juventus che subisce un ribaltone in meno di venti minuti in serie A non si vedeva da parecchi anni. Un risultato che alla vigilia nessuno obbiettivamente si attendeva, la settimana di coppe è stata fallimentare per entrambe le squadre italiane. la Juve ha pareggiato in caso contro il Siviglia, l’Inter ha clamorosamente perso 0-2 contro i modesti Israeliani del H. Beer Sheva. Con la sconfitta in serata della Roma contro la Fiorentina dopo parecchi mesi torna in testa al campionato in solitaria il Napoli del super Milik.

A San Siro dunque accade quello che nessuno si aspettava. Una bella Inter che batte una Juve decisamente sofferente e con poca voglia di lottare. Sembrava la stessa Juve vista contro la Lazio, anche se in quella occasione riuscirono a vincere. Una sconfitta per certi versi meritata, nonostante il vantaggio al 21esimo del secondo tempo con Lichtsteiner,  classico errore della difesa nerazzurra che lascia tutto solo lo svizzero di metterla dentro da due passi. Tuttavia la reazione degli uomini di de Boer è stata rabbiosa, ed in soli dieci minuti la partita è ribaltata con due colpi di testa. Icardi al 23′ e Perisic al 33′. Al 44′ espulso Banega per doppia ammonizione.

icardi
sportmediaset

LA GARA

De Boer è già sul banco degli imputati, Allegri nonostante la mezza scivolata in Champions, in campionato è a punteggio pieno e vuole riprendersi il primato scavalcando il Napoli. La partita inizia subito con ritmi molto alti e rapidi capovolgimenti di fronte. L’Inter non sembra per niente intimorita, anzi cerca per lunghi tratti di gestire il pallone, la Juventus fa fatica a costruire trame di gioco efficaci. La prima vera occasione è tuttavia per i bianconeri con Khedira che dopo pochi secondi sfiora la rete per pochi centimetri. Solo un episodio a freddo, Joao Mario e Banega in mezzo al campo gestiscono bene i ritmi, mettendo in difficoltà soprattutto Pjanic e Dybala. La partita si accende attorno al 20esimo quando in contropiede i bianconeri mettono paura ad Handanovic, capovolgimento di fronte, Eder trova Icardi che di testa sbaglia un pallone piuttosto facile.

Al 34esimo dopo ottimi spunti nerazzurri ma senza troppa concretezza arriva una buonissima occasione per Khedira , che tutto solo si divora un gol dopo un gran lavoro in contropiede di
Dybala e Asamoah. Giro di lancette ed ecco la replica del solito Icardi,  ruba la palla a Chiellini e di destro, in diagonale, sibila il palo. Nel finale di tempo Pjanic sfiora , anche lui, il palo, con un buon diagonale.

Secondo tempo.

la ripresa inizia con gli stessi 22 in campo, anche il ritmo e l’equilibrio è lo stesso. Una bella partita. La scrittura del libro è quella tipica, l’inter fa la partita la Juventus attende e riparte alla prima occasione. Tuttavia i nerazzurri sono davvero in serata, due grandi occasioni spaventano Allegri. Eder al 10′, tiro deviato e fuori di poco, e al 18′ di Candreva, ottimo diagonale al volo su assist di Icardi, meritava miglior sorte.

La Juventus avverte il pericolo ed inizia ad avanzare, Asamoah s’invola sulla sinistra, traversone basso, Lichtsteiner anticipa un dormiente Santon ed è gol al 21esimo. Ma questa è un Inter diversa, de Boer incoraggia i suoi, non meritano la sconfitta. passano solo due minuti, corner dalla sinistra, Icardi brucia tutti in elevazione, colpo di testa e Buffon battuto. Meritato 1-1. .

La Juve soffre ed è evidente, entra Higuain per uno spento Mandzukic, ma è la serata dell’Inter. Letale parla persa da Asamoah (in stile Bayern di Monaco) poco fuori dall’area di Buffon, Icardi perfetta trivella per la testa di Perisic, da poco entrato per Eder. Sorpasso eseguito, 2-1 al 33esimo. Lo stadio applaude ed incoraggia, Al 44esimo doppia ammonizione e partita finita per Banega. L’inter soffre ma contiene e non concede fino alla fine. Vittoria meritata, la Juventus che doveva ammazzare il campionato prende il primo sonoro schiaffo. Sarà un segnale? Improbabile, non dimentichiamoci come è iniziata e come è finita lo scorso anno. Incidente di percorso. Brava Inter.