Home Sport Neymar, il Barcellona rischia due anni di esclusione

    Neymar, il Barcellona rischia due anni di esclusione

    Neymar barcellona

    ll giudice spagnolo Pablo Ruz ha stabilito che il Barcellona, il suo attuale presidente (Josep Bartomeu) e il suo predecessore (Sandro Rosell) saranno processati per presunta frode fiscale in merito al trasferimento di Neymar dal Santos al club blaugrana. I catalani sono accusati di aver cercato di nascondere il costo reale dell’operazione e di non aver pagato circa 13 milioni di euro tra il 2011 ed il 2014. Secondo il Mundo Deportivo, quotidiano catalano, sarebbero pesantissime le richieste che il procuratore Josè Perals avanzerà nel corso del processo. L’intenzione è quella di chiedere l’esclusione del club blaugrana dalla Liga per una o due stagioni (ma non dalla Champions, come riporta il giornale spagnolo). Nello specifico Perals vuole chiedere diversi anni di carcere (previste condanne da 2 a 6) per Josep Maria Bartomeu, attuale presidente del Barcellona, e Sandro Rosell, suo predecessore, mentre il club non potrebbe disputare il campionato spagnolo per uno o due anni. Nei giorni scorsi il giudice Pablo Ruz aveva rinviato a giudizio la società e i due dirigenti, accusati di non aver pagato le tasse, circa 12 milioni di euro, dovute sull’acquisto del calciatore e di aver inscenato dei contratti con società di comodo per garantire l’ingaggio di Neymar.

    adv