Neonata di 18 giorni muore di meningite, virus herpes trasmesso con un bacio

La notizia ha scioccato gli Stati Uniti ed ora si è creato un clima di paura nelle neo mamme. Veder morire la propria figlia per un bacio è di quanto più assurdo la vita possa crudelmente offrire. Un bacio col quale le hanno trasmesso la meningite, una malattia che causa l’infiammazione delle meningi, le membrane che avvolgono l’encefalo e il midollo spinale.

La vita è tanto meravigliosa quanto crudele, come può un bacio uccidere un neonato? Sembra una di quelle notizie assurde, una delle tante fake news che affollano i social, ma purtroppo si tratta di una triste verità. A raccontarla su Facebook i genitori della piccola Mariana.

E’ successo negli Stati Uniti, la piccola Mariana Sifrit è nata sana il 1 luglio del 2017, una bambina splendida, in salute. Una settimana dopo qualcosa va storto, la bambina sta male, i genitori la portano al vicino ospedale Blank Children’s Hospital di Des Moines, qui scoprono che la neonata ha contratto la meningite Hsv-1, provocata dal virus dell’herpes.

I successivi esami sui entrambi i genitori, sono risultato negativi, il sospetto è che la bimba abbia contratto l’infezione da un amico o un parente della famiglia, che l’avrebbe baciata trasmettendole la malattia. Nelle prime 48 ore Mariana è stata sottoposta a decine di trasfusioni di sangue, ma è stato tutti inutile: prima i reni e poi il fegato hanno cominciato a cedere e lunedì è apparso chiaro quanto la situazione fosse ormai disperata, fino ad arrivare all’epilogo peggiore.

Shane e Nicole, i genitori di Mariana, hanno affidato il racconto della drammatica storia sulle pagine di facebook, una sorta di monito per tutti gli altri genitori. “State attenti quando qualche amico o parente vuole toccare o baciare i vostri bambini, soprattutto appena nati” “prima di farlo sono necessarie delle accortezze, come lavarsi le mani”. Secondo i medici la neonata è morta per una serie di coincidenze. La bambina è stata colpita da una rarissima forma di meningite, provocata probabilmente dall’herpes di qualche adulto, ad aggravare l’infezione è stato il fatto che Mariana fosse appena nata , quindi, esposta maggiormente al contagio. Sono casi rari, ma possono accadere. Questo episodio dovrebbe far riflettere su quanto siano delicati i neonati e di quante precauzioni bisognerebbe prendere prima di entrarvi in contatto. Il messaggio dei genitori si conclude con un semplice “Addio Angelo”.