Home Territorio Montoro, a San Pietro il “Villaggio di Babbo Natale”

Montoro, a San Pietro il “Villaggio di Babbo Natale”

E’ tutto pronto alla frazione San Pietro di Montoro per “il Villaggio di Babbo Natale”, la manifestazione natalizia organizzata dall’ “Associarte San Pietro”, con il patrocinio del Comune di Montoro. A partire dalle ore 10 di domani ci sarà, presso la piazza principale della frazione, l’apertura delle casette natalizie con addobbi artiginali. Alle ore 17, invece, è prevista l’apertura del Villaggio di Babbo Natale, presso la sede dell’Associazione, in via Cesina. L’evento proseguirà con la benedizione in piazza mercato e l’accensione dell’albero di Natale, che resterà in piazza fino al 10 gennaio 2016. villaggio di babbo natale (2)I bambini allieteranno la serata con i tipici canti natalizi. La manifestazione proseguirà anche il giorno 9 dicembre, con l’apertura delle casette a partire dalle ore 18. Alle ore 19.30 ci saranno i balletti in piazza, con la partecipazione della scuola “Another Dance” di Marianna Liguori. La finalità della manifestazione è quella di trasmettere a tutta la comunità, lo spirito natalizio attraverso la gioia dei più piccoli. Ci saranno vari intrattenimenti, con diversi spettacoli di artisti di strada. Per l’occasione il traffico per i giorni 8-9 dicembre, dalle ore 18.00 fino alla fine della manifestazione, sarà interdetto a Via Roma, parallelamente a piazza mercato, data la presenza dei bambini.


La storia di Babbo Natale e il villaggio di Babbo Natale al Circolo Polare Artico a Rovaniem in Finlandia.

Circa cento anni fa con un viaggiatore di passaggio si cominciò a diffondere nel mondo la notizia dell’esistenza di Korvatunturi e dei suoi abitanti. Babbo Natale voleva proteggere la pace del suo nascondiglio e trovò un modo geniale che permise a tutti i suoi amici di venirlo a trovare. Cinquant’anni fa Babbo Natale cominciò a visitare regolarmente il Circolo Polare Artico, nelle vicinanze della città di Rovaniemi.

Centro del Natale della Lapponia, il Villaggio di Babbo Natale al Circolo Polare Artico è diventato, agli inizi dell’ultimo decennio, l’attrazione natalizia più visitata dei Paesi Nordici. Grazie a tale successo, il numero di visitatori è raddoppiato. In particolare, il numero di visitatori internazionali è addirittura quadruplicato in pochi anni raggiungendo la cifra di mezzo milione.

La capanna di Roosevelt ossia la capanna del Circolo Polare Artico è una esposizione sulla storia del turismo al Circolo Polare Artico.

Nel dopoguerra, Rovaniemi e la Lapponia sono state le prime a ricevere gli aiuti dell’UNRRA, l’organizzazione umanitaria precorritrice dell’Unicef. La nascita della capanna nel Circolo polare Artico e dei servizi turistici è anche legata agli aiuti dell’Unicef. Eleanor Roosevelt, conosciuta come l’”anima” dell’UNRRA, fece una visita di sorpresa a Rovaniemi nel 1950. Come parte della cerimonia di accoglienza, venne costruita la capanna del Circolo Polare Artico in un paio di settimane.

PUBBLICITÀ

fonte: http://www.santaclausvillage.info/it/