L’Udc ad Angri incontro con Cobellis, Cesa e Ricchiuti

Politica – Ieri ad Angri, si è tenuto l’incontro promosso dalla sezione locale dell’UDC, dal titolo “io aderisco al centro”. Alla iniziativa hanno partecipato il segretario provinciale del partito On.le Luigi Cobellis, la consigliera regionale dello scudo crociato On.le Maria Ricchiuti, e il segretario nazionale del partito On.le Lorenzo Cesa. Prosegue dunque spedita la campagna di tesseramento del partito in provincia di Salerno.
“Negli ultimi venti anni ci hanno propinato dei modelli di partito piu’ snelli, incentrati sul carisma del leader di turno, e questo ha prodotto il passaggio dal populismo di destra a quello di sinistra, noi invece vogliamo dare centralità al ruolo delle sezioni, quale luoghi fisici dove ascoltare i bisogni e le esigenze della collettività, perché il compito della politica è quello di creare rapporti umani”- è quanto dichiarato dalla consigliera regionale dello scudo crociato Maria Ricchiuti all’incontro tenuto ieri nel comune di Angri.
“Sono orgogliosa di essere appartenuta alla famiglia della democrazia cristiana, e oggi sono orgogliosa di appartenere al partito di Lorenzo Cesa l’UDC , che è l’unico partito che difende con forza i valori della famiglia e della persona in quanto tale- aggiunge la consigliera Ricchiuti.
L’incontro è stato poi concluso dal deputato europeo e segretario nazionale Udc Lorenzo Cesa, accolto in sala da un numerosissimo e attento pubblico
“Se la legge sulle unioni civili dovesse passare senza lo stralcio della parte sulle adozioni, non potremmo fare altro che uscire dal governo, perché per noi la difesa della famiglia e della vita sono la ragione dell’esistenza stessa dell’Udc, per quanto riguarda poi le polemiche sul cardinale Bagnasco, sono due millenni che la chiesa e tutti cattolicisti batte per la difesa dei valori della famiglia e della vita e ora vorrebbero zittirli?”- è quanto dichiarato da Lorenzo Cesa a margine del suo intervento alla iniziativa di ieri.
A cura di Marco