Home Avellino Calcio Le pagelle di Cesena-Avellino: Biraschi un muro, Bastien è consacrato, Castaldo leader

Le pagelle di Cesena-Avellino: Biraschi un muro, Bastien è consacrato, Castaldo leader

L’Avellino conquista la quinta vittoria consecutiva vincendo a Cesena in rimonta e chiude alla grandissima il girone d’andata e il 2015. Gli uomini di Tesser, sotto nel primo tempo, ribaltano la gara con le reti di Bastien e Castaldo e si portano a 31 punti in classifica.

Frattali: Voto 6,5. Il portierone non ha colpe sul primo gol del Cesena, ma sventa diversi pericoli sia nel primo tempo su Ragusa, che nella ripresa. Sempre concentrato, insieme alla vecchia guardia è uno dei leader dell’Avellino.

Biraschi: Voto 7. Rientro pesantissimo. Grinta, cuore, anima. Nonostante venga impiegato sulla corsia di destra si conferma come vera e propria rivelazione di questa prima parte di campionato. Un Muro.

Ligi: Voto 6. Copre abbastanza bene, forse ha qualche responsabilità sulla marcatura in occasione del gol di Djuric, ma l’attaccante cesenate segna un gol da vero bomber. Per il resto abbastanza convicente la sua prestazione.

Rea: Voto 6. Come Ligi. Sufficiente ma non troppo sicuro. L’affiatamento può migliorare, la sensazione però è che con Jidayi e Chiosa al centro la difesa è al sicuro. (dal 1′ st. Insigne Voto 6,5: Molto meglio rispetto alle uscite precedenti. Diversi gli spunti positivi. Suo l’assist a Bastien.)

Chiosa: Voto 7. Sontuoso. Praticamente insuperabile almeno quando è in coppia con Jidayi. Tra i migliori sicuramente.

Jidayi: Voto 7. Si sprecano, ancora una volta, gli aggettivi con lui. Se la cava benissimo quando rientra al centro della difesa. Un giocatore ormai imprescindibile ed non è scontato un suo impegno da difensore, nonostante i rientri di Rea e Ligi. Chissà…

Arini: Voto 6,5. Peccato solo per l’espulsione nel finale che gli farà saltare il derby. Grinta, corsa, carattere. Tanta sostanza e molta copertura. Peccato non averlo contro la Salernitana.

Gavazzi: Voto 7. Giocatore di altra categoria. Dimostra tutte le sue qualità, giocando ancora una volta bene. Corre fino alla fine ed è tra i migliori.

Bastien: Voto 7,5. Il talento nessuno lo metteva in dubbio. Se riesce ad avere continuità può diventare tra i migliori in assoluto. Nel primo tempo ci prova con diversi spunti e qualche tiro dalla distanza. Nella ripresa trova subito il pari con un bel diagonale. E’ giovanissimo ma i margini di miglioramento ci sono tutti. (dal 36′ st. Petricciuolo voto 6: Entra per supportare la difesa e riesce a farlo bene).

Trotta: Voto 7. Potrebbe essere stata la sua ultima gara in biancoverde. Lotta e ci prova anche nel primo tempo. Suo l’assist per il gol di Castaldo del vantaggio. (dal 29′ st. Mokulu Voto 6: Cerca di far respirare la squadra. Aiuta anche in difesa).

Castaldo: Voto 7,5. Insieme a Bastien è il migliore del match. Solito apporto il suo. Fa salire la squadra, corre, salta l’uomo e regala colpi di classe. Suo il gol vittoria. E’ diventato un vero è proprio talismano. Gigi è tornato.

Tesser: Voto 7. Ancora una volta: bravo mister. Con Castaldo in campo sarebbe stata un’altra musica. E così è stato: il suo Avellino se la gioca con tutte e non ha paura di nessuno. Riesce anche a non far abbattere i suoi. Vittoria fondamentale. I lupi non erano appagati e hanno vinto ancora. Con qualche rinforzo i tifosi possono sperare in qualcosa di più di una semplice salvezza.