Home Avellino Calcio La Spal e Antenucci affondano l’Avellino: Toscano ancora una volta bocciato

La Spal e Antenucci affondano l’Avellino: Toscano ancora una volta bocciato

L’Avellino prosegue il “formato” trasferta e sprofonda a Ferrara. Una tripletta di Antenucci consente agli estensi di domare facilmente la squadra di Toscano, praticamente mai scesa in campo. Solo Frattali evita un passivo ancora più pesante, salvando 3 reti praticamente fatte e parando anche il rigore del possibile poker personale dell’ex attaccante del Leeds. Finisce 3-0 per la Spal, con i biancoverdi che finiscono in 10 per l’espulsione ingenua di Asmah (due gialli in 10 minuti). Domenica al Partenio arriva il blasonato Frosinone, Avellino irriconoscibile e nei bassifondi della classifica.

Lontano dal Partenio la squadra di Toscano continua a steccare. Il tecnico calabrese si presenta a Ferrara con l’essesimo modulo diverso (3-4-1-2), ma l’assetto tattico è l’ultimo dei problemi. Ciò che appare ormai, da inizio campionato, è l’assenza assoluta di gioco, di idee, di calcio. Senza la grinta degli uomini chiave questa squadra non avrebbe nemmeno quei miseri 12 punti raccolti finora. Le vittorie sono arrivate solo grazie a prestazioni di grinta e cuore: ecco le cause dei risultati a dir poco altalenanti. L’Avellino in trasferta è come sempre rinunciatario. E’ evidente che quando gli avversari prendono il pallino del gioco, la difesa prima o poi crolla. Alla prima sofferenza, i biancoverdi vanno a picco. Chi dovrebbe farli reagire? Un allenatore in balia della confusione? Un allenatore che in 4 mesi non è riuscito a dare un’identità ad una squadra, affidandosi esclusivamente ai lanci lunghi?

PUBBLICITÀ

Il grande rammarico è solo per l’ennesimo spettacolo indecoroso a cui hanno assistito gli oltre 200 supporter biancoverdi giunti praticamente da tutta Italia. Speccacolo vergognoso, con la squadra di Toscano mai pericolosa, mai a costruire una trama pulita, mai in partita. Il solo Castaldo non può più reggere il peso dell’attacco. Le scelte come sempre discutibili sono ormai inutili anche per provare a giustificare. E se in un 3-0 il migliore in campo è Frattali allora è facile tirare le somme. Con questo trend l’Avellino retrocede: la società faccia le dovute valutazioni riguardo Toscano, il tempo è ormai finito, la gente merita rispetto.