Home Sport Juventus batte il Milan 3-1 e allunga sulla Roma

    Juventus batte il Milan 3-1 e allunga sulla Roma

    calciomercato juventus

    Serie A – La Juventus gioca per allungare sulla Roma ,almeno virtualmente, infatti vincendo i bianconeri si porterebbero sul +10, in attesa della difficile trasferta di Totti e compagni contro il ritrovato Cagliari. Juventus vs Milan da sempre è la PARTITA, capace negli anni d’oro di richiamare miliardi di telespettatori in tutto il mondo.

    La differenza tra la squadra di Allegri e quella di Pippo Inzaghi è abissale, lo dicono i punti in classifica 50 a 29 e la qualità dei calciatori, solo Pogba probabilmente ad oggi vale mezzo Milan.
    I rossoneri dopo la bella vittoria contro Il Napoli ed il successivo pareggio contro la Roma avevano ritrovato le ambizioni Champions League, un terzo posto alla portata, grazie al gioco ritrovato.

    adv

    Dal ritorno dalle vacanze natalizie il Milan è misteriosamente scomparso, 4 sconfitte, 1 vittoria ed 1 pareggio, gioco assente e squadra contestata.Gli acquisti di Cerci, Antonelli, Destro, Paletta hanno un pò calmato gli animi ma la lotta al terzo posto si fa davvero dura, distante 10 punti.

    La Juventus pur non essendo esplosiva con lo scorso anno gioca un calcio sempre lineare, fatto di fraseggi stretti e possesso palla. Allegri ha dato la sua impronta e la squadra riesce a vincere le partite con una facilità imbarazzante, 10 punti di distanza sulla Roma (con una partita in meno) sono davvero tanti da recuperare soprattutto se analizziamo le statistiche degli scorsi anni.

    Tornando alla partita, Allegri propone Tevez leggermente influenzato, alla vigilia non doveva giocare, in difesa sulla destra gioca Padoin, in attacco preferito Morata a Lloriente. Il Milan gioca con il 4-3-3, i due nuovi acquisti Paletta e Antonelli schierati in difesa, Cerci in attacco sulla destra assieme a Menez e Honda, centrocampo con Essien, Muntari e Poli.

    adv

    Al 7′ Preciso passaggio in area ricevuto da Arturo Vidal che con rapidità calcia in porta. Il tiro manca un po’ di precisione e termina appena largo sulla sinistra. Pazzesca azione in solitaria dentro l’area di Carlos Tevez al 14′, si lascia alle spalle tutta la difesa, partendo in posizione regolare di un soffio, mantiene i nervi saldi ed insacca in rete.

    Il Milan fa girare bene la palla e prova le incursioni con Cerci. Al 21′ Jeremy Menez è servito da un preciso passaggio sul limite dell’area e lascia immediatamente partire una cannonata vicino al palo destro, il suo tentativo è stato sventato dall’attento portiere, che salva con una stupenda parata. Il Milan pressa, la Juventus arretra. Al 28esimo angolo perfetto di Alessio Cerci che trova in area Luca Antonelli, stacca alto e con freddezza insacca sulla sinistra, 1-1.

    La Juventus si riaffaccia nell’aria del Milan con più convinzione ed al 31esimo sfiora la rete del nuovo vantaggio. Claudio Marchisio si fionda in area per raggiungere un passaggio laterale e lascia partire un rasoterra indirizzando all’angolino basso, Diego Lopez para in angolo.

    Sul successivo corner la Juve passa in vantaggio. Leonardo Bonucci, devia in rete da sotto misura un colpo di testa di Tevez, 2-1.  Il Milan accusa il colpo e va in difficoltà, al 37esimo, mister Inzaghi è obbligato al cambio. Jeremy Menez non ce la fa, al suo posto Giampaolo Pazzini. La Juve ne approfitta e rischia di chiudere la gara a fine primo tempo con Carlos Tevez, ma il tiro dalla distanza dalla distanza finisce a lato di poco.

    Nel secondo tempo il Milan si rende pericoloso solo al 54esimo con Giampaolo Pazzini che prova la conclusione dopo aver ricevuto un preciso passaggio basso, Gianluigi Buffon si supera. Al 65esimo Claudio Marchisio tenta la fortuna con un tiro dalla distanza ma il suo bel tentativo colpisce il palo sinistro! Il pallone carambola sui piedi di Alvaro Morata che da due passi ribadisce in porta, 3:1.

    adv

    Il Milan si arrende, gol annullato a Alvaro Morata per fuorigioco al 71esimo. Due minuti più tardi Tevez riceve una palla d’oro in area, ma la conclusione è da dimenticare. Pazzini infortunato cerca di richiamare l’attenzione della panchina ma i cambi per Inzaghi sono terminati. La Juve batte il Milan 3-1 e si conferma nettamente in testa al campionato, la Roma decimata domani dovrà necessariamente vincere contro il Cagliari per non vedere definitivamente tramontate le già difficili possibilità scudetto. Il Milan saluta il sogno terzo posto.