Home Territorio Irpinia allarme di legambiente: allerta per meta’ delle scuole

Irpinia allarme di legambiente: allerta per meta’ delle scuole

Avellino – Dalla statistica condotta da Ecosistema Scuola 2016, sezione specialistica dell’Associazione ambientalista viene fuori che meno della meta’ delle scuole campane risultano a norma. L’indagine ha esaminato 533 scuole (tra primarie, elementari e secondarie di primo grado) da cui e’ emerso che la citta’ messa meglio e’ Napoli che si colloca al 39° posto mentre Avellino occupa il 49°, Salerno e’55esima mentre le province di Benevento e Caserta non sono giudicabili in quanto non pervenuti i dati completi. Ventisette gli edifici monitorati nella provincia di Avellino per una popolazione di 6500 studenti. Dieci di questi sono costruiti concriteri antisismici, mentre quasi tutte sono risultate a posto riguardo ai certificati di idoneita’ staticae conformita’ igienico-sanitaria, essendo inoltre la maggior parte dotate di impianti elettrici a norma e di porte antipanico.Riguardo al grado di vetusta’ degli edifici campani questo e’ in linea con il dato nazionale, mentre riguardo agli edifici di nuova costruzione, cioe’ costruiti tra il 1991 ed il 2015, le scuole campane superano la media nazionale (12,2% contro il 9,6%). Ma nonostante la maggiore incidenza del nuovo nessun edificio risulta realizzato con i criteri della bioedilizia. Quindi si scopre che solo il 22%e’ dotato di impianti energetici alimentati da fonti rinnovabili e cio’ va ad incidere sui costi di gestione. Questo significa che gli enti locali (Comune in primis) non hanno destinato sufficienti fondi all’ammodernamento delle strutture. Mentre la media nazionale di spesa per edificio e’ di €.38.598 contro gli €.8.460 della Campania per la manutenzione straordinaria e di €.4.252 contro €.9.419 per quella ordinaria.