Home Attualità L’Europa contro il fondatore di facebook Mark Zuckerberg, istiga all’odio

L’Europa contro il fondatore di facebook Mark Zuckerberg, istiga all’odio

facebook

Berlino – L’Europa contro il fondatore di face book Mark Zuckerberg, istiga all’odio. Un primo processo contro il magnate e fondatore del social network più utilizzato nel mondo, a portare sul banco degli imputati Mark Zuckerberg è la magistratura tedesca. Odio e contenuti criminali, sul tavolo della magistratura tedesca sono il filo conduttore della prima inchiesta contro la multinazionale americana. La magistratura tedesca ha aperto un’indagine sui vertici statunitensi di Facebook, nell’inchiesta  c’è il capo fondatore di face book  Mark Zuckerberg, per  la mancata rimozione dei contenuti criminali come minacce di morte e negazioni del genocidio ebraico. All’inchiesta la società della Silicon Valley risponde: “accuse infondate. ” L’apertura dell’inchiesta è stata rivelata dal settimanale tedesco Der Spiegel. Anche mesi fa il social era stato oggetto di denuncia, ma per mancanza di territorialità non era stato possibile ardire in un aula giudiziaria. Ora è corsa giurisprudenziale tra l’Europa e la Silicon Valley, non sarà facile capire chi la spunterà, visto il vuoto legislativo sulla competenza territoriale. Alle accuse di istigazione all’odio il magnate risponde: ““Non c’è posto per l’odio su Facebook , ci impegniamo ogni giorno per il controllo dei post social, il nostro intento è affrontare l’hate speech e promuovere il counter speech”.Intanto la politica tedesca ha dato disposizioni per arginare e controllare i network entro marzo, e ha già avviato un dossier affinchè ci sia un maggiore controllo dei post che incitano all’odio.