Home Attualità Inscatolate le statue antiche dei Musei Capitolini per la visita di Hassan...

Inscatolate le statue antiche dei Musei Capitolini per la visita di Hassan Rohani

Le sculture raffiguranti immagini di nudo esposte nei Musei Capitolini di Roma sono state coperte da pannelli di compensato per non offendere il presidente iraniano in visita ai musei.
È giusto occultate le sculture ellenistiche nude per il rispetto alla cultura e alla sensibilità iraniana, in occasione della visita del capo di Stato, Hassan Rohani.
Basti pensare che durante le cerimonie istituzionali non è stato servito nemmeno il vino.

Certamente non è una novità coprire opere d’arte per la visita di mussulmani eccellenti, infatti, l’ottobre scorso, una statua di nudo esposta a Palazzo Vecchio è stata coperta per non infastidire lo sceicco principe ereditario degli Emirati Arabi.

Il rispetto della cultura altrui è fondamentale, ma non si deve eccedere nella sudditanza e nella sottomissione, forse in questa occasione si è stati troppo solerti nell’inscatolamento dell’arte antica!

Sarebbe stato certamente più utile e culturalmente più valido nella visita museale portare gli ospiti a ammirare opere d’arte che non presentassero nudi, modificando il percorso nel museo della delegazione iraniana.

Il critico d’arte, più famoso d’Italia, Vittorio Sgarbi commenta ad Askanews : “Oscilla tra una superbia rispettosa, che proverebbe la superiorità di chi sapendo che l’ospite non mangia pesce, non glielo fa mangiare e il timore del rischio, una sottomissione che mortifica chi la applica. In realtà sono entrambe frutto di una totale ignoranza e mancanza di sensibilità culturale. Non si può confondere l’Iran con l’Arabia Saudita o con l’Isis, quella persiana è una civiltà più antica della nostra: hanno le rovine di Persepoli, e non hanno coperto le statue nude a Persepoli, a casa loro, e noi copriamo le nostre? I fanatici del Califfo al Baghdadi distruggono Palmira, ma un persiano non ha mai toccato Persepoli”.

Stefano Orga