Home Politica Grecia vince Alexis Tsipras : rinasce la sinistra?

Grecia vince Alexis Tsipras : rinasce la sinistra?

Dopo giorni aperta campagna elettorale e di riscoperta dei valori di sinistra, in Grecia vince la sfida Alexis Tsipras, una Grecia segnata da un forte debito pubblico,infatti l’ Eurostat ha reso noto il debito/Pil degli Stati dell’eurozona al terzo trimestre del 2014: la Grecia svetta in testa alla classifica, con un rapporto del 176%, seguita però dall’Italia al secondo posto con il 131,8%, terzo il Portogallo al 131,4%, un debito pubblico che mina la sostenibilità dell’intero Stato. Il successo di Syriza, è stato sicuramente la mediazione e la rinascita del partito che durante la crisi ha unito i movimenti di estrema sinistra e che l’ingegnere quarantenne ha trasformato in una formazione anti austerità ma decisamente pro euro. Alexis Tsipras è nato ad Atene nel 1974, laureato in ingegneria, ha cominciato la sua militanza politica nei comunisti e nel 1999 è diventato segretario dei giovani di Synapsismos, una delle formazioni confluite poi in Syriza. Il 10 febbraio del 2008, è succeduto all’euroscettico Alekos Alavanos come presidente di Synapsismos, a soli 33 anni. Un anno dopo, alle elezioni che regalarono il 43% dei voti al Pasok, è stato eletto in Parlamento. Il movimento di Tsipras ha convinto gli elettori perché è passato dall’ambizione di ristrutturare parzialmente il debito pubblico per poter avviare un piano sociale per garantire le necessarie coperture e aiuti sociali ai meno abbienti. Tsipras chiede una nuova redistribuzione in materia fiscale ed economica in chiave socialdemocratica: vuole ripristinare una maggiore giustizia sociale verso quella classe media che è stata sacrificata dalla crisi: la distribuzione fiscale, un welfare per pagare il prezzo della crisi dei debiti sovrani. Un ritorno alla vita democratica del popolo greco che ritorna a SPERARE.
I greci credono ancora alla strada del cambiamento verso l’Europa, una nuova Europa basata sulla solidarietà. Il voto contro l’austerità è stato forte e chiaro.