Home Attualità Gli Avellinesi tra coloro che son sospesi…

Gli Avellinesi tra coloro che son sospesi…

Il mese di luglio si e’ chiuso con l’incertezza e nel timore di soluzioni favorevoli riguardo al futuro della vita cittadina. Sul fronte societario calcistico, dopo lo schiaffo del Coni, si attende con trepidazione ed un filo di speranza il provvedimento del Tar del Lazio sulla sospensiva, previsto per il prossimo martedì 7 agosto.

In campo politico, con il primo sole d’agosto, e’sorta una giunta tutta pentastellata alla guida dell’esecutivo, che non prelude a un grande consenso all’interno dell’assise comunale. Il capitolo piu’ importante, l’approvazione del bilancio consuntivo, e’stato rimandato alla fine del mese (28 agosto) dopo una lunga fase di studio oltre che di schermaglie politiche che continueranno sotto l’ombrellone.

L’altro problema insoluto, a dieci giorni dal Ferragosto, riguarda il programma dei festeggiamenti. Sono stati ingaggiati i due big della canzone (Clementino per Rione Ferrovia e Ron per il concerto in piazza), distraendo per ora le somme destinate al Laceno d’Oro, gia’ programmato per fine agosto. Poi ci si accorti che anche spostando le somme queste non erano sufficienti a finanziare il programma e ora c’e’ l’ansia di recuperare i fondi con il placet del consiglio. Se dovesse esserci un niet dell’assise saranno a rischio le esibizioni dei cantanti oppure la rassegna cinematografica, ma ancor di piu’ la reputazione del neosindaco che sta pasticciando non poco in quest’inizio di legislatura. Far arrivare i big della canzone non l’ha ordinato il dottore! Sarebbe stato preferibile confermare senza patemi il Laceno d’Oro ed affiancare ad esso altre manifestazioni culturali, con minor spesa e forse anche maggior gradimento da parte dei cittadini.