Home Sport Final 8 Champions: il nuovo programma per la massima competizione europea

    Final 8 Champions: il nuovo programma per la massima competizione europea

    Final 8 Champions: il nuovo programma per la massima competizione europea

    Mancano pochi giorni alla fase finale della Champions League. Come noto, però, lo svolgimento del torneo conoscerà delle modifiche rispetto alla formula alla quale siamo abituati. La UEFA ha atteso per mesi notizie dalle varie federazioni nazionali per fornire una degna conclusione alla Champions League. Un comunicato congiunto firmato da Čeferin e da Agnelli aveva fatto pervenire a tutte le società di calcio un messaggio chiaro e diretto: le coppe europee si sarebbero potute disputare in un secondo momento, ma i campionati sarebbero dovuti terminare regolarmente. Così, si è arrivati al giusto compromesso: agosto sarà il mese della Champions e dell’Europa League, ma dato il poco tempo a disposizione non sarà possibile giocare gare d’andata e di ritorno.

    L’edizione della Champions di quest’anno ha rischiato l’annullamento, al pari dei campionati nazionali. Dato che molte partite d’andata degli ottavi di finale erano già state archiviate, le gare di ritorno si svolgeranno comunque. Per il resto, però, il torneo conoscerà uno svolgimento originale. Gli incontri dai quarti di finale in poi saranno infatti da disputare in gara secca, con le 8 migliori squadre qualificate che scenderanno in campo per la cosiddetta Final Eight. La Champions League si giocherà a Lisbona negli stadi da Luz e Alvalade, mentre l’Europa League si disputerà in Germania. Si giocherà in modo ininterrotto dal 5 al 23 agosto, probabilmente senza pubblico.

    Ci sono ancora 3 squadre italiane in gioco, quali Atalanta, Juventus e Napoli. Gli orobici hanno raggiunto il clamoroso traguardo dei quarti di finale alla loro prima storica partecipazione all’Europa che più conta, parteciperanno anche alla prossima e hanno registrato il miglior attacco del campionato italiano. I bianconeri devono affrontare nella gara di ritorno il Lione vittorioso all’andata, sperando che Cristiano Ronaldo favorisca una rimonta simile a quella prodotta l’anno scorso contro l’Atletico Madrid. I partenopei, freschi vincitori della Coppa Italia, hanno pareggiato invece con il Barcellona al San Paolo e non potevano sperare in un momento migliore per affrontare di nuovo i blaugrana, in evidente crisi di identità. Le sorprese sono dietro l’angolo.

    La Juventus dovrebbe giocare a Torino, mentre il Napoli a Barcellona: le date fissate sono il 7 e l’8 agosto. Se le due sedi non fossero disponibili si giocherebbe in campo neutro a Lisbona, Guimares o Oporto. La Final Eight di Champions League inizierà quindi il 12 agosto e terminerà il 15. Le semifinali sono fissate per il 18-19 agosto e la finale per il 23. Il calendario di ogni club conoscerà dunque tempi particolarmente stringenti e la condizione atletica farà la differenza, motivo per il quale sono parecchi i dubbi relativi alle francesi come il Lione e il Paris Saint-Germain, che a causa della chiusura anticipata della Ligue 1 hanno smesso di giocare mesi fa.

    L’attesa è altissima. Il timore di molti amanti del pallone è che la nuova formula possa condizionare in qualche modo il risultato finale, ma da un lato può rendere la competizione ancor più imprevedibile. Se nessuna squadra giocherà in casa, forse i valori tecnici in campo saranno stravolti. Con meno partite da onorare, qualunque squadra può sperare di arrivare fino in fondo. Non ci resta che aspettare e vedere.