Home Salute Fastidiosa emicrania? Arriva il vaccino che cura il mal di testa

Fastidiosa emicrania? Arriva il vaccino che cura il mal di testa

Grazie ad un nuovo vaccino sarà possibile prevenire la fastidiosissima emicrania cronica. Ancora una volta la ricerca Italiana protagonista nel campo della medicina. Dopo la recente invenzione della Biopsia digitale, o la creazione di cellule modificate geneticamente per combattere la Leucemia, arriva l’ennesima scoperta. Ricercatori del San Raffaele di Roma sono riusciti ad isolare e costruire in laboratorio un anticorpo intelligente, capace di ricercare e quindi neutralizzare la CGRP (Calcitonin gene related peptide),ovvero una sostanza fisiologica che, quando si presenta in eccesso causa l’emicrania.

Il risultato raggiunto dai ricercatori Italiani, evidenzia per l’ennesima volta l’enorme qualità dei ricercatori nostrani.In merito alla scoperta, il San Raffaele è stata la prima struttura Sanitaria in Europa a raggiungere questo risultato con anticorpi monoclonali anti-CGRP.

PUBBLICITÀ

“I risultati sperimentali pubblicati finora – spiega Piero Barbanti, responsabile del Centro per la diagnosi e terapia delle cefalee e del dolore dell’Irccs San Raffaele Pisana di Roma – sono molto promettenti e indicano una riduzione degli attacchi superiore al 62% dopo 3 mesi e un’alta percentuale di responder (74%)”.

La terapia

L’anticorpo viene quindi iniettato sotto la pelle con cadenza mensile, per diversi mesi continuativi,  la tollerabilità sembra essere al momento soddisfacente e priva di effetti collaterali che invece si riscontra nell’assunzione deii farmaci. Per il momento il trattamento sperimentale è destinato ai soli soggetti con emicrania cronica (cioè con almeno 15 giorni di mal di testa al mese da almeno 3 mesi consecutivi) ma nel secondo semestre del 2016 sono attesi all’Irccs San Raffaele trattamenti analoghi anche per gli emicranici in forma episodica.

Raccomandazioni

Ma bisogna fare attenzione, avverte Barbanti: “Curare un mal di testa complesso non può mai tradursi in un ‘mi dia una cura’: al paziente è richiesto un attento monitoraggio degli attacchi, un contenimento dell’uso improprio di analgesici e un trattamento delle eventuali situazioni (vedi stress, depressione, ansia) che alimentano la sua patologia”.

L’Emicrania

L’emicrania è una patologia neurologica cronica caratterizzata da ricorrenti cefalee, da moderate a gravi, spesso in associazione con una serie di sintomi delsistema nervoso autonomo. La parola deriva dal greco ἡμικρανία (hemikranìa), “dolore su un lato della testa”, da ἡμι- (hemi-), “metà”, e κρανίον (kranìon), “teschio”.

Le emicranie si ritiene siano causate da un mix di fattori ambientali e genetici. Circa due terzi dei pazienti appartengono a nuclei familiari in cui si erano manifestati altri casi della stessa patologia. Le fluttuazioni dei livelli ormonali possono svolgere un ruolo e infatti l’emicrania colpisce più ragazzi che ragazze prima della pubertà, ma negli adulti le donne con emicrania sono più frequenti, da due a tre volte di più, rispetto agli uomini.La predisposizione alle emicranie in genere diminuisce durante la gravidanza. L’esatta eziologia e fisiopatologia dell’emicrania non è nota; tuttavia viene ritenuta spesso un disturbo di natura neurovascolare. La teoria più accettata è correlata alla maggior eccitabilità della corteccia cerebrale e a un controllo anormale deineuroni del dolore nel nucleo trigeminale del tronco cerebrale.