Home Salute Con la sclerosi multipla si può diventare genitori, le testimonianze di 5...

Con la sclerosi multipla si può diventare genitori, le testimonianze di 5 coppie

«Genitori si può, anche con la Sclerosi Multipla» cinque coppie per una campagna per vincere il pregiudizio

Sclerosi multipla e gravidanza – In italia circa 68 mila persona sono affette dalla sclerosi multipla, soprattutto donne dai 20 ai 40 anni.Spesso le donne a causa di questa malattia cronica progressiva rinunciano alla maternità, ma a tal proposito a Milano si è appena concluso un convegno dedicato a questa problematica dal titolo “ Genitori si può, anche con la sclerosi “ . L’iniziativa in realtà è nata dal Centri per la sclerosi multipla della II Università di Napoli . Cerchiamo di capire anzitutto cos’è la sclerosi multipla e a cosa è dovuta. Anzitutto è una malattia autoimmune che colpisce il sistema nervoso centrale, causando sintomi abbastanza evidenti, colpisce le cellule nervose inficiando la comunicazione tra il cervello ed il midollo spinale. Le cellule nervose comunicano segnali elettrici che vengono definiti potenziale d’azione , essi passano attraverso delle fibre chiamate assoni le quali sono ricoperte dalla guaina, una sostanza isolante. Nella sclerosi multipla viene danneggiata proprio la guaina dalle difese immunitarie . Da qui il nome sclerosi che significa lesioni , multipla poiché sono diverse le parti del corpo attaccate anche se in tempi differenti. Ancora sconosciuta è l’eziologia della malattia. Indubbiamente la vita di una persona affetta da questa malattia, in parte viene compromessa, da qui la decisione di molte donne, di rinunciare alla gravidanza. In ogni caso la malattia non causa fertilità, e secondo gli ultimi studi è compatibile con la gravidanza, in quanto le ricerche confermano che non c è rischio che si trasmetta al nascituro, il gene della sclerosi è inesistente , solo se in caso entrambi i genitori ne sono affetti si potrebbe correre questo rischio. La ricerca afferma che la gravidanza attenua il decorso della malattia, grazia all’aumento del progesterone e degli estrogeni necessari per equilibrare le funzioni del sistema immunitario che non deve rigettare il feto. Nasce pertanto una campagna di informazione per tutte le coppie italiane che desiderano avere un figlio e uno dei due partner è affetto da questa malattia. La finalità della campagna è quella oltre che informare di incoraggiare i futuri genitori a superare tutte le paure ed incertezza talvolta dovute alla disinformazione . Tutto questo mediante la testimonianza di 5 coppie che hanno vissuto e affrontato questa problematica . Diventare genitori con la sclerosi multipla dunque non è più utopia ma realtà.

È la campagna Genitori si può, anche con la Sclerosi Multipla. Direttamente accessibile da oggi su genitoriconsclerosimultipla.it, dove troverete un video testimonianza,l’iniziativa è nata da un’idea del Centro per la Sclerosi Multipla della Seconda Università di Napoli, ed è supportata da Merck.

La Sclerosi Multipla…wikipediamp

La sclerosi multipla (SM), chiamata anche sclerosi a placche, sclerosi disseminata o polisclerosi, è una malattia autoimmunecronica demielinizzante, che colpisce il sistema nervoso centrale causando un ampio spettro di segni e sintomi. La malattia ha unaprevalenza che varia tra i 2 e 150 casi per 100 000 individui.  È stata descritta per la prima volta da Jean-Martin Charcot nel 1868.

La sclerosi multipla colpisce le cellule nervose rendendo difficoltosa la comunicazione tra cervello e midollo spinale. Le cellule nervose trasmettono i segnali elettrici, definiti potenziale d’azione, attraverso lunghe fibre chiamate assoni, i quali sono ricoperti da una sostanza isolante, la guaina mielinica. Nella malattia, le difese immunitarie del paziente attaccano e danneggiano questa guaina. Quando ciò accade, gli assoni non sono più in grado di trasmettere efficacemente i segnali.

Il nome sclerosi multipla deriva dalle cicatrici (sclerosi, meglio note come placche o lesioni) che si formano nella materia bianca del midollo spinale e del cervello.  Anche se il meccanismo con cui la malattia si manifesta è stato ben compreso, l’esatta eziologia è ancora sconosciuta. Le diverse teorie propongono cause sia genetiche, sia infettive; inoltre sono state evidenziate delle correlazioni con fattori di rischio ambientali.

La malattia può manifestarsi con una vastissima gamma di sintomi neurologici e può progredire fino alla disabilità fisica e cognitiva.  La sclerosi multipla può assumere varie forme, tra cui quelle recidivanti e quelle progressive.

Al 2015 non esiste una cura nota. Alcuni trattamenti farmacologici sono disponibili per evitare nuovi attacchi e prevenire le disabilità.  La prognosi è difficile da prevedere e dipende da molti fattori, mentre la speranza di vita è di circa da 5 a 10 anni inferiore a quella della popolazione sana

ACQUISTA SU EBAY
Io, lui e nessun altro - Romanzo sulla dipendenza affettiva