Campioni di sport e sociale, da Hamilton a Nadal.

Begli esempi dal mondo dello sport: il commovente dono del casco di Schumy; Nadal  ed Hamilton campioni sul campo e testimonial nel sociale

Campioni di sport e sociale, da Hamilton a Nadal.

Bel gesto quello visto domenica pomeriggio al Nurburgring con Miki Schumacher, talentuoso figlio del grande campione Michael Schumacher, che ha regalato il casco del padre all’inglese Luis Hamilton che, con la vittoria di domenica ha eguagliato il primato 91 Gran Premi vinti proprio del tedesco, ancora oggi indimenticabile pilota vincitore di cinque titoli iridati con la Ferrari.

Michael Schumacher e’ purtroppo allettato dal dicembre 2013 per un gravissimo incidente avvenuto su una pista di sci ove batte’ la testa e da cui sta tentando di riprendersi con cure meticolose che lo stanno portando a lenti progressi. Buon sangue non mente ed oggi anche il figlio Miki sta diventando una certezza delle quattro ruote, ed appena 21enne ha già collezionato vittorie in Formula 2.

Hamilton, commosso e onorato nel ricevere il casco di Michael Schumacher

Hamilton si e’ detto onorato nel ricevere in dono il casco del sette volte campione di Formula Uno, suo idolo da ragazzo. Luis Hamilton da sei anni colleziona vittorie con la sua irraggiungibile Mercedes e domenica ha eguagliato il record di Gran Premi vinti in F1 di Michael Schumacher.

Ma il 35enne pilota Inglese nel corso degli anni parallelamente alla sua brillante carriera alla guida della monoposto tedesca ha portato avanti anche importanti campagne per il sociale e campagne di sensibilizzazione contro la discriminazione razziale. Non ultimo, sostenendo il movimento “Black lives Matter” nato in seguito alla morte di George Floyd contro il razzismo, dal raduno di Hyde Park a Londra, a cui egli ha partecipato, ad ogni Gran Premio indossa la maglietta con lo stesso slogan.

NADAL UN CAMPIONE DI UMILTA’ E SERIETA’.
Altro campione in auge in questo momento e’ Rafael Nadal, tennista maiorchino nr. 3 della classifica ATP domenica ha battuto nettamente il numero uno del tennis mondiale, Novack Djokovic sul campo del Roland Garros, confermandosi il Re della terra rossa e conseguendo il 13simo successo al torneo di Parigi, portando cosi’ il totale delle sue vittorie a venti titoli del Grande Slam, eguagliando in tal modo il record di Roger Federer.

Lo stesso Nadal nel corso degli anni ha dimostrato di essere un grande uomo, pronto a sposare cause in favore dei più deboli, ed essere sempre pronto ad aiutare il suo popolo, quello Spagnolo, quando in difficoltà. Come accaduto in occasione di un’alluvione abbattutasi sull’isola di Maiorca, senza esitare, ha aperto le porte del suo centro sportivo a centinaia sfollati.

Nadal è un antidivo, non ha mai commesso un’ intemperanza o un gesto antisportivo; e’ legato alla stessa donna dall’adolescenza ed ha scelto di restare fedele anche alla sua Spagna ove risiede e paga le tasse da sempre (anche potendo seguire l’esempio di tanti sportivi di fissare la residenza in Montecarlo). Il venti volte campione di slam ha portato pazienza riprendendosi da tanti infortuni ed ha mostrato compostezza nel fermare per tre mesi la sua attivita’ sportiva per non contribuire alla diffusione del Covid.