Avellino: doppia ammonizione per il Sindaco Festa, che intanto prepara la Fase 2

Il Sindaco Festa presenta per Avellino un Piano Strategico in sei punti

Il sindaco di Avellino Gianluca Festa era stato convocato una prima volta a inizio aprile dal Prefetto Paola Spena in concomitanza con l’inizio dei test rapidi messi in campo dallo stesso per combattere il Coronavirus. La questione era stata sollevata dalle opposizioni consiliari che in una missiva fatta recapitare al prefetto lamentava che dal 6 marzo l’attivita’ consiliare era praticamente sospesa; inoltre che solo il 30 marzo il sindaco, su loro sollecitazione, aveva programmato, in accordo con il Presidente del Consiglio Ugo Maggio, di tenere una conferenza a cadenza settimanale sugli aggiornamento di stato del Coronavirus.

Di fatto pero’ il sindaco Festa, senza compartecipare alcunche’, come riporta il documento, iniziava l’operazione dei tamponi rapidi dapprima presso il laboratorio Sata e successivamente nell’area dell’ex campo Genova, fatta allestire in tutta fretta e dotandola di tendopoli a scopo sanitario. Dopo due settimane il sindaco ha continuato imperterrito a proseguire il suo piano anti-Covid ignorando sia le regole che imponevano la fattibilita’ dei test rapidi solo presso strutture pubbliche, sia che, data la valenza limitata degli stessi, vanno comunque confermati da tamponi.

Il prefetto nella prima convocazione aveva inoltre ammonito il sindaco che, non confrontandosi con i gruppi consiliari, stava limitando i diritti delle minoranze e non era giustificato dal divieto di mobilita’ in quanto le riunioni potevano essere svolte in videoconferenza. Nella seconda convocazione, avvenuta di recente, la dott.ssa Spena ha redarguito nuovamente il sindaco Festa ribadendo che le pratiche anti-Covid devono attenersi alle procedure messe in atto da Asl e Regione: tali attivita’ di screening vanno eseguite secondo le regole dettate dall’Unita’ di Crisi Regionale Covid-19 contenute nella disposizione che la Direzione generale dell’Asl di Avellino ha inviato a tutti i sandaci irpini.

Team per la Fase 2.
Intanto Festa ha organizzato un team per far fronte alla fase 2, quella della ripartenza fissata per il 4 maggio. Egli ha ottenutol’adesione alla consulenza a titolo gratuito da parte di un quintetto composto da Maurizio Oliviero, rettore dell’universita’ di Perugia, dell’ex commissario delle Universiadi campane 2020 Gianluca Basile, dal dott. Francesco Sellitto, presidente dell’Ordine dei Medici di Avellino, dal segretario Generale Aci Gerardo Capozza, a cui si e’ aggiunto il prof.Paolo Caruso docente di Economia Internazionale presso l’ Universita’ Cattolica di Milano.