Amministrative Irpinia, i nuovi sindaci: clamoroso ad Aiello, il distacco è di soli 3 voti

Si conclude anche questa tornata elettorale, tra percentuali bulgare, i soliti sospetti e le chiacchiere da bar ecco chi sono i nuovi o vecchi sindaci comune per comune. Alcune curiosità interessanti, ci sono state liste che non si sono votate neppure per loro stesse, raggiungendo 0 voti o meno di 10. Ma il caso più clamoroso arriva dal comune di Aiello del Sabato, il sindaco uscente Urciuoli vince solo con 3 voti di scarto! Chissà in quanti si staranno mangiando le mani!

In celeste gli eletti a sindaco.

AIELLO DEL SABATO –  Quante volte durante le elezioni avete sentito la classica chiacchiera da bar, “bhe anche se non vado a votare che importa? Non sarà certo il mio voto a cambiare le cose”. Ecco, il candidato a sindaco Antonio Felice Caputo con la sua “insieme per Aiello”, potrebbe avere qualcosa da ridire in merito, considerato che non è stato eletto sindaco per soli 3 voti! Un incredibile 1375 a 1372 in favore del sindaco uscente, Ernesto Urciuoli. Da segnalare ancora una volta l’enorme successo per il giovane Sebastiano Gaeta che chiude con ben 443 voti, decisivo per il secondo anno consecutivo per la lista.

Antonio Felice Caputo
(Insieme per Aiello) 1372 voti

Ernesto Urciuoli

(Viva Aiello) 1375 voti 

 

AVELLA – Vince largamente, Domenico Biancardi con 3432 voti per lo schieramento “La Colomba”. Più che doppiata la lista “Cambia Avella” di Chiara Cacace che si ferma a 1665 preferenze. Mentre chiude a 312 voti il M5S guidato da Biagio Morelli.

Biagio Morelli
(M5S) 197 voti

Chiara Cacace
(Cambia Avella) 1239 voti

 

Domenico Biancardi
(Colomba) 2280 voti


 

CALABRITTO, “Uniti per Calabritto e Quaglietta” raccoglie 941 voti, consacrando Gelsomino Centanni a sindaco della comunità,distaccato di 215 preferenze Giustino Romano, 726 voti per “Calabritto Quaglietta Futura”. Molto male la squadra di Ciro Vena e la sua Rivoluzione e Progresso, sono solo 3 le preferenze raccolte.

Gelsomino Centanni
(Uniti per Calabritto e Quaglietta) 941 voti 

Ciro Vena

(Rivoluzione e Progresso) 3 voti

Giustino Raimato

(Calabritto Quaglietta Futura) 726 voti

 

FRINGENTO, si votava per sostituire il sindaco uscente del Pd Luigi Famiglietti, già parlamentare alla Camera. Una eredità dunque importante per il nuovo sindaco, Carmine Ciullo che con la sua “Frigento Comune” raccoglie 1326 preferenze, per un totale di 50,34 per cento delle preferenze, Gerardo Pasquariello con “Frigento nel cuore” raggiunge 1002. Solo 306 quelli raccolti da Luca Pugliese con la lista “L’Alba”.

Carmine Ciullo
(Frigento Comune) 1326 voti 
Gerardo Pasquariello
(Frigento nel Cuore) 1002 voti
Luca Pugliese 306 voti
(l’Alba)

 

GUARDIA LOMBARDI. Vince di 100 preferenze Antonio Gentile, diventando cosi il primo cittadino di Guardia Lombardi. Con 682 preferenze Uniti Per Guardia battono Guardesi per Sempre di Giovanni Giordano, fermo a 581 voti.

Giovanni  Giordano
(Guardesi per Sempre) 581 voti

Antonio Gentile

(Uniti per Guardia)  682 voti

 

LACEDONIA- Vince doppiando il suo avversario, Antonio di Conza. La sua lista “Libera Azione” Di Conza raccoglie 1030 preferenze. L’avversario di turno Gerardo Palladino si ferma a 552 preferenze.

Gerardo Palladino
(Lacedonia in Comune) 552 voti
Antonio Di Conza 
(Libera Azione) 1030 voti

 

LIONI –  Nessuna speranza per Andrea Pezzella e la sua lista civica “Per Lioni”, il nuovo sindaco Yuri Gioinospinto da De Mita e la D’Amelio, vince a mani basse, più che triplicando le preferenze rispetto al suo avversario. Scelta chiara e netta degli elettori.

Andrea Pezzella
(per Lioni) 774 voti

Yuri Gioino
(Lioni Democratica) 2482 voti

 

LUOGOSANO – Con 478 voti Vincenzino Buono diventa il nuovo sindaco di Luogosano, la sua lista “Arcobaleno persone territorio trasparenza”, batte di 98 voti, “Tradizione e Rinnovamento per Luogosano”, del candidato Michele Di Napoli.

 


 

MANOCALZATI – Lucio Pasquale Tironevince le elezioni e diventa il nuovo sindaco con un netto 76% di preferenze. La sua civica “Manocalzati Oltre” ottiene 1492 preferenze. Romeo Castiglione e la sua “Gente Nuova Trasparenza – Legalità”, deve accontentarsi di 474 voti, per un 24% di preferenze.

Lucio Pasquale Tirone
(Manocalzati Oltre) 1472 voti
Romeo Castiglione
(Gente Nuova) 474 voti

 

MONTAGUTO –  Comune piccolo, spoglio rapido, il nuovo sindaco è Marcello Zecchino, per la sua lista “Un ponte per il Futuro” 183 voti. Angela Restrieri la diretta concorrente si ferma a 133 preferenze. 3 i voti di Mauro D’Alessandro e la sua lira civetta “Per Montaguto”.

 


 

MONTEFALCIONE – Confermato il sindaco uscente Maria Antoniella Belli1251 voti per la sua “Lavoriamo insieme”. Tiene fino all’ultimo Attilio De Bernardo costretto ad arrendersi con 1021 voti con la lista “Cambiamo Montefalcione”.  Solo 79 voti racimolati da Angelantonio D’Amore per la sua “La scossa”.

Attilio De Bernardo
(Cambiamo Montefalcione) 1021 voti
Angeloantonio D’Amore
(la Scossa) 79 voti
Maria Antonietta Belli
(Lavoriamo Insieme) 1251 voti

 

MONTEFORTE IRPINO – Si cambia regia anche nel popoloso comune di Monteforte, vince e diventa sindaco Costantino Giordano, 3361 voti per la sua “Monteforte si può”. Il sindaco uscente Antonio De Stefano ottiene 2101 voti. Mentre buon risultato per il grillino Paolo De Falco che di voti ne porta a casa 1301.

Paolo De Falco
(M5S) 1031 voti

Costantino Giordano

(Monteforte si può) 3361 voti 
Antonio De Stefano
(Patto Popolare per Monteforte) 2101 voti

 

MONTEFREDANE. Anche in questo caso lotta all’ultimo voto, diventa sindaco Valentino Tropeano con il 52,25 per cento dei voti raccolti dalla lista “Alternativa Democratica” e 882 preferenze. Vera Trasente con la lista “Innanzitutto Montefredane” conclude a 806 voti pari al 47,75 per cento.

Vera Trasente
(Innanzitutto Montefredane) 806 voti

Valentino Tropeano

(Aternativa Democratica) 882 voti


MONTEVERDE –
Confermato il sindaco uscente Francesco Ricciardi  con il 55% dei voti grazie alla lista “Uniti per Monteverde” con 307 voti in cascina. Antonio Pizza Guglielmo si ferma ad un onorevole  45%. e 250 voti raccolti.

Francesco Ricciardi
(Uniti per Monteverde) 307 voti  
Antonio Guglielmo Pizza
(Amonteverde) 250 voti

 

OSPEDALETTO D’ALPINOLO – KO tecnico nel paese alle soglie di Montevergine, il sindaco uscente Antonio Saggese, stravince con 678 voti di distacco e ben il 76% di preferenze. La sua lista civica “Ospedaletto d’Alpinolo Protaginista” ottiene 1002 voti.  “Il Coraggio di Essere Liberi”, capeggiata da Antonio Barletta, che si ferma a quota 324 voti: il 24,43%.

Antonio Saggese
(Ospedaletto Protagonista) 1002 voti
Antonio Barletta
(il Coraggio di Essere Liberi) 324 voti

 

PAGO VALLO LAURO – Nuovo primo cittadino anche nel Pago, Antonio Mercogliano, subentra all’uscente (zio) Giuseppe Corcione. Nessuna vittoria schiacciante per la sua lista Continuità e Progresso, solo 54 voti di differenza nei confronti dell’avversario Carmine Amato.

Antonio Mercogliano
(Continuità e Progresso) 703 voti
Carmine Amato
(l’Alternativa per Pago) 649 voti

 


 

PETRASTORNINA – E’ Amato Rizzo il nuovo sindaco con la sua lista “Progetto Comune” con il 56,29%. Luigi Iermano e la sua “Insieme per il futuro” si fermano al 43,71%


 

PETRURO IRPINO –  Anche in questo caso, comune piccolo spoglio rapido. Primo cittadino è Giuseppe Lombardi di Petruro Futuro con 113 voti per il 62,77%. Manfredi Gemito di Patto per Petruro si ferma a 47 voti. 20 voti per Giuseppe Fortunato di Forza Nuova, mentre Dario Rocco di Scelta Civica decide di non autovotarsi e riporta 0 preferenze.

Giuseppe Lombardi
(Petruro Futuro) 113 voti 
Giuseppe Fortunato
(Forza Nuova) 20 voti
Manfredi Genito
(Patto per Petruro) 47 voti
Dario Rocco
(Per Rinascere Insieme) 0 voti

 


 

ROCCABASCERANA – Roberto Del Grosso  è il nuovo sindaco della comunità della “roccia”.  “Migliorare il bilancio ed essere il sindaco di tutti e non solo di chi mi ha votato” – queste le sue prime parole da neo primo cittadino. La sua lista “Il Ponte” ha ottenuto 676 voti contro i 570 di Giuseppe Principe e i 396 di Ottavio Viscione.

Ottavio Viscione
(Società e Famiglia) 396 voti
Giuseppe Principe
(Progetto Futuro) 570 voti
Roberto Del Grosso
(il Ponte) 676 voti

 

ROTONDI- Il risultato più schiacciante in irpinia, con l’88% delle preferenze e ben 2121 voti diviene sindaco di Rotondi, Antonio Russo, solo 278 voti ottenuti dallo sfidante Giuseppe Mainolfi che in percentuale si ferma all’11,59%.

Giuseppe Mainolfi
(Terra mia) 2121 voti
Antonio Russo
(Viviamo Rotondi) 278 voti

 

SAN MARTINO VALLE CAUDINA. E’ Pasquale Pisano il sindaco di San Martino Valle Caudina. In attesa dei dati

Francesco Sorrentino
(per il Domani) 0 voti

Claudia La Pietra(Rinascita per San Martino) 0 voti

Sergio D’Alessio
(Patto Civico) 0 voti

Pasquale Pisano

(Insieme per San Martino) 0 voti

 



SANT’ANGELO A SCALA – 
Carmine De Fazio con la lista “Stretta di mano” è il nuovo sindaco, raccoglie il 69,23 per cento delle preferenze e 356 voti. Ferdinando Zaccaria raccoglie invece il 30,35 per cento delle preferenze e 156 votanti. 2 voti per Marco Ivano con Forza Nuova.

Ferdinando Zaccaria
(Progetto Sant’Angelo) 156 voti
Carmine De Fazio
(Stretta di Mano) 356 voti 
Ivano Manno
(Forza Nuova) 2 voti

 

SANT’ANGELO ALL’ESCA – Vince le amministrative 2016 Attilio Iannuzzo con il 97% delle preferenze. Plebiscito. Trionfo per la lista “Libera Unione” che raccoglie 436 voti. le briciole allo sfidante Giuseppe De Cristofaro, con appena 14 voti.

Attilio Iannuzzo
(Libera Unione) 436 voti  
Michele Penta
(la Scala) 14 voti

 

SCAMPITELLA –  Vince le comunali e diventa sindaco Antonio Consalvo che raccoglie, con la sua lista “L’aurora uniti per Scampitella” 526 voti. ottimo risultato per Vincenza Cassese e la sua lista “Scampitella Rinasce” con 460 voti.

Vincenza Cassese
(Scampitella Rinasce) 460 voti
Antonio Consalvo
(l’Aurora) 526 voti

SENERCHIA – Con 342 voti e il 53% per cento delle preferenze vince Beniamino Grillo. 290 voti e 45,10 per cento per la lista “Senerchia è tempo di futuro” guidata da Gasparro Alessandro. Guarnaccia Michele con la lista “Solidarietà popolare – tre mani” si ferma a soli 11 voti.

Michele Guarnaccia
(Solidarietà Popolare) 11 voti
Beniamino Grillo
(Senerchia al Centro) 342 voti 
Alessandro Gasparro
(Senerchia è Tempo di Futuro) 290 voti

 

SERINO – Serino, con 2709 voti Pelosi Vito è il nuovo sindaco. “Serino Bene Comune” tocca il 60% dei consensi.De Luca Abele con la sua lista “Comitato Pro Serino” ha raccolto 1867 voti pari al 40%.

Michele Guarnaccia
(Solidarietà Popolare) 11 voti
Beniamino Grillo
(Senerchia al Centro) 342 voti
Alessandro Gasparro
(Senerchia è Tempo di Futuro) 290 voti

 

SPERONE –  Marco Alaia rispetta il pronostico e si riconferma sindaco di Sperone. Con il 61% dei consensi e 1567 voti per la sua lista “Per Sperone”. Antonio Venezia si ferma a quota 993 con la lista “la colomba”, mentre 8 voti racimola “Insieme per il Bene di Sperone”, del candidato a sindaco, Paolo Tommaso Canonico.

Marco Santo Alaia
(Per Sperone) 1567 voti
Antonio Venezia
(La Colomba) 993 voti
Paolo Tommaso Canonico
(Insieme per il Bene di Sperone) 8 voti

 

STURNO. il nuovo sindaco di Sturno con la lista “Continuità Rinnovamento Coerenza” è Vito De Leo con 1387 voti raccolto. Tancredi Di Cecilia e la sua “Sturno è tua” si fermano a 689 consensi.

Tancredi Di Cecilia
(Sturno è tua) 689 voti

Vito Di Leo
(Continuità Coerenza) 1387 voti

 

TEORA – Altra maggioranza bulgara, Stefano Farina, sfiora il 95% delle preferenze con 1097 votanti. Battuto nettamente Acocella Pietro con la lista “Il Sole” che raccoglie il 5,10 % e soli 56 votanti.

Pietro Acocella
(Lista Civica – il Sole) 56 voti

 

Stefano Farina
(Lista Civica – Teora Presente e Futura) 1097


 

TORRELLA LOMBARDI –  Altro plebiscito, questa volta a Torrella, Delli Gatti Amado raccoglie l’85% dei consensi con 893 votanti per la sua lista “L’arcobaleno”. Mentre sono solo 160 ovvero il 15% i voti raccolti da Perrotti Eugenio con la lista “Il Carro”.

Amado Delli Gatti
(l’Arcobaleno) 893 voti 
Eugenio Perrotti
(il Carro) 160 voti

 

VILLAMAINA. Stefania di Cecilia vince le comunali 2016 con il 53% delle preferenze e 434 voti raccolti dalla sua lista “Democrazia e partecipazione per Villamaina”. Chiude  a 388 voti pari al 47% lo sfidante Michele Marruzzo con la lista “Ama Villamaina”.

Stefania Di Cicilia
(Democrazia e Partecipazione) 434 voti
Michele Marruzzo
(Ama Villamaina) 388 voti