Udc : Inizia la stagione dei congressi Provinciali e Regionale.

Napoli – Il 5 novembre 2016 dalle ore 9,30 presso Città della Scienza – Sala Newton – Via Coroglio 57/104, Napoli si svolgerà l’assemblea regionale alla quale parteciperanno i 12982 iscritti. L’assemblea eleggerà il segretario regionale e il comitato regionale del partito in Campania. Il comitato regionale sarà composto da un minimo di 60 componenti ad un massimo di 100: sarà l’assemblea a decidere il giorno 5 il numero dei componenti. La candidatura a segretario dovrà  essere accompagnata da una lista di candidati al comitato regionale composta da un numero non inferiore al 50% dei componenti e non superiore al numero massimo di componenti deciso dall’assemblea; ciascuna lista dovrà contenere un numero di donne non inferiore al 20%. Ciascuna lista dovrà essere sottoscritta da almeno il 2,5% degli iscritti che devono rappresentare almeno 1/3 delle province. Il riparto dei seggi avverrà in misura proporzionale. Si informa anche che con le stesse modalità verranno eletti i 72 delegati al congresso nazionale.Le operazioni di voto si svolgeranno il giorno 26 novembre presso i seggi indicati nella lettera di convocazione inviata a ciascun iscritto. Cosi esplicita il sito regionale del partito. La settimana successiva invece si terranno i congressi in tutti i cinque  capoluoghi di provincia in  Campania, oltre ai singoli coordinatori, saranno eletti anche i componenti dei vari organi di partito a livello locale. E anche questo appuntamento è molto sentito dai singoli territori. Dunque il partito di Lorenzo Cesa e Ciriaco De Mita si riorganizza in regione Campania,  dove lo scudo crociato sta recuperando molto terreno, a discapito degli ex cugini del Nuovo Centro Destra  e di Scelta Civica, soprattutto nelle amministrazioni locali molti consiglieri e assessori sono tornati nel partito centrista. Infine dopo il successo del convegno di sabato ad Avellino, convegno organizzato dal movimento giovanile irpino, i giovani dello scudo crociato toccheranno nelle prossime settimane tutte le province della regione per formulare il proprio punto di vista in merito al Referendum Confermativo del 4 Dicembre prossimo. E questa è davvero una buona notizia, non solo per il partito ma per la politica in generale che ha bisogno di rinnovamento e di nuove e fresche idee per costruire il vero cambiamento. A cura di Marco Grossi.