Home Salute SNAPPS, la molecola a forma di stella che elimina i Superbatteri resistenti...

SNAPPS, la molecola a forma di stella che elimina i Superbatteri resistenti agli antibiotici

Una molecola a forma di stella elimina super batteri. Potrebbe far compiere notevoli passi avanti alla lotta contro l'antibiotico-resistenza.

I primi Super batteri o batteri killer (chiamati anche in questo modo) sono stati individuati per la prima volta in Cina ormai 7 mesi fa, all’epoca gli scienziati del sol levante furono estremamente chiari, il batterio scoperto è oltremodo pericoloso e non va sottovalutato, il rischio per la popolazione mondiale è molto alto. 

Questo in sintesi l’allarme lanciato dai ricercatori Cinesi, “il virus scoperto resiste a tutti gli antibiotici conosciuti è può diventare un serio problema per chi viene contagiato”. Era novembre 2015.  A distanza di 7 mesi un virus molto simile è stato scoperto in America, e lo scorso luglio è stato scoperto ed isolato anche allospedale Ruggi di Firenze.

Per cercare di porre rimedio sarebbe stata realizzata una “super” molecola capace di distruggerli. I superbatteri rappresentano il fenomeno degli ultimi mesi, sono dei microbi evoluti al punto da resistere agli antibiotici e ai farmaci oggi presenti sul mercato. Per tali motivi sono stati chiamati super.

La nuova molecola capace di uccidere i batteri killer è stata prodotta dai ricercatori dell’Università di Melbourne (Australia) coordinati da Greg G. Qiao, pubblicata sulla rivista scientifica  Nature MicrobiologySecondo gli studiosi i batteri killer saranno un reale problema se non si interviene subito con delle soluzioni efficaci, entro il 2050 i superbatteri provocheranno fino a dieci milioni di morti ogni anno. Oltretutto negli ultimi 30 anni sono stati prodotti solo due nuovi antibiotici, troppo poco se confrontato con la rapida espansione del pianeta.

Ad oggi il solo trattamento per sconfiggere le infezioni batteriche risulta essere la terapia a base di antibiotici. Purtroppo nel corso dei decenni, con le variazioni climatiche, la crescita esponenziale dell’inquinamento i microbi hanno sviluppato la capacità di modificare la propria struttura organica per evitare l’azione dei farmaci. Questi microrganismi sono stati ribattezzati “superbatteri o batteri killer”. Per eliminarli, gli studiosi australiani hanno realizzato una molecola chiamata Snapps (Structurally nanoengineered antimicrobial peptide polymers),capace di aggirare le loro difese e distruggerli in modo concreto.

super-batteri-antibiotici
La particella SNAPPS, ha la forma di una stella, in pratica è un semplice peptide polimerizzato, tecnicamente un composto organico originato dalla simbiosi di due o più molecole di amminoacidi, che a loro volta formano una catena con parti uguali che si ripetono in sequenza. Secondo gli scienziati, Snapps riuscirebbe a penetrare la parete dei batteri Gram-negativi – una particolare classe di microbi particolarmente inclini a sviluppare la resistenza agli antibiotici – neutralizzandoli prima ed eliminandolo poi. Inoltre, non meno importante, la molecola non sarebbe tossica per l’organismo.

Gli esperimenti al momento sono stati condotti con successo sugli animali e hanno dimostrato come la nuova molecola sia efficace nell’uccidere i superbatteri, ma l’aspetto più importante e che i superbatteri al momento non riescono ad evolversi e dunque resistere a questa nuova molecola finendo per soccombere. In particolare, gli esperti hanno osservato comeSnapp sia capace di eliminare i batteri attraverso percorsi multipli, mentre la maggior parte degli antibiotici lo fa attraverso un unico percorso. Tuttavia, prima che il peptide divenga disponibile, occorrono ulteriori ricerche per testarne l’efficacia e la sicurezza sugli esseri umani.

ACQUISTA SU EBAY
Io, lui e nessun altro - Romanzo sulla dipendenza affettiva