Lo zucchero addolcisce ma fa male! Mangiarne troppo accorcia la vita.

Assumere molto zucchero accorcia la vita, “azzera” i geni della longevità

adv

Attenzione ad essere troppo golosi ! Assumere troppi zuccheri accorcia la vita: “bloccano” il gene della longevità. Secondo uno studio inglese, perseverare con una dieta ricca di zuccheri avrebbe effetti dannosi sulla durata della vita, anche se essa viene abbandonata per passare a unʼalimentazione sana

Lo zucchero addolcisce la vita ma rischia anche di accorciarla! Secondo un recente studio Londinese, una dieta ricca di zuccheri aumenta notevolmente il rischio di morte prematura, azzerando quei geni fondamentali per una corretta longevità. L’aspetto “grave” è che potrebbe trattarsi di una condizione irreversibile, almeno da quanto emerso dall’esperimento sui moscerini. Infatti, pur passando ad un alimentazione sana, con un corretto consumo di zuccheri, la longevità degli insetti trattati è rimasta in ogni caso limitata.

La ricerca condotta dall’University College di Londra e stata pubblicata sulla rivista prestigiosa rivista Cell Reports. I test sono stati effettuati su moscerini della frutta, considerato che conservano lo stesso “gene della longevità” presente nell’organismo umano.

Sono stati presi in esame due gruppi di moscerini della frutta, un gruppo da analizzare, al quale è stato somministrato un alto quantitativo di zuccheri fin dalla nascita, il secondo gruppo (placebo) è stato trattato con una dieta classica. I ricercatori hanno scoperto come nel gruppo con regime alimentare a base di zuccheri era stato inibito il gene FOXO, fondamentale orologio biologico che in un certo senso gestisce la longevità di diverse specie, esseri umani compresi. I moscerini della frutta vivono solitamente massimo 90 giorni che in proporzione con gli esseri umani significa un 50-60 anni. I dati sono stati piuttosto evidenti, i moscerini trattati con una dieta ricca di zuccheri sono invecchiati molto prima, rimanendo in vita in media il 7% in meno degli esemplari del gruppo “virtuoso”. Lo stesso è accaduto ad un terzo gruppo di moscerini trattati con una dieta ricca di zuccheri solo per 3 settimane, per poi passare ad una dieta equilibrata. Anche in questo caso nonostante il cambio di regime alimentare sano i moscerino sono sopravvissuti molto meno della media.

Zuccheri pericolosi – A livello molecolare gli esperti hanno scoperto che la dieta ricca di zuccheri riprogramma geni importanti per l’aspettativa di vita, riducendo in particolare l’attività di un gene chiamato FOXO e coinvolto anche nella longevità umana. Ciò significa che l’abitudine di consumare troppi zuccheri, quando persiste per molti anni di seguito, potrebbe lasciare il segno a lungo termine sulla nostra salute, accelerando i processi di invecchiamento.

LEGGI ANCHE

Infarto giovanile: cause, fattori di rischio e prevenzione

L'infarto, una volta considerato una malattia tipica della vecchiaia, sta diventando sempre più comune anche tra i giovani sotto i 50 anni. Gli infarti...

Come Rimuovere un Tatuaggio in Italia: Costi, Probabilità di Successo e Rischi

Se stai pensando di rimuovere un tatuaggio, probabilmente ti starai chiedendo quali sono le opzioni disponibili, quanto costerà la rimozione e quali sono le...

Come recuperare il benessere dopo le feste di Natale: alimenti salutari e consigli per tornare in forma

Dopo le feste di Natale, è normale sentirsi un po' appesantiti a causa dei cibi elaborati e delle bevande alcoliche consumate durante le festività....

La pasta amica della dieta: non fa ingrassare, aiuta a dimagrire pancia e fianchi

Per decenni la pasta è stata bandita dalle nostre tavole e additata come il nostro nemico principale quando ci sediamo a tavola. Da decenni...

Come prevenire l’osteoporosi con la giusta idratazione

Una corretta idratazione contribuisce a favorire il benessere psico-fisico dell'individuo: dalla pelle, alla digestione, dalla vista, al sonno, l'acqua è un elemento fondamentale per...

Infarto silenzioso: spesso colpisce in modo asintomatico, sfugge alle cure e può colpire tutti

L'infarto è una delle patologie più diffuse e pericolose ad oggi diagnosticate in medicina. Le ragioni sono piuttosto semplici, l'infarto è una malattia subdola,...

Infarto: sempre più giovani vittime di attacco di cuore. Sintomi e le cause

L’età media delle persone colpite da infarto negli ultimi anni si è abbassata notevolmente, il dato infatti, scende dai 64 ai 60 anni di età. Tuttavia,...

Dimagrire dopo le feste di Natale? Consigli per una dieta Detox

Possiamo rinunciare a tutto, magari seguiamo una dieta rigida per 350 giorni, tanti sacrifici per mantenerci in salute, pratichiamo sport, seguiamo uno stile di...

Come tornare in forma dopo le abbuffate di Natale.

Trascorsi Natale e Capodanno ,le "abbuffate" di questi giorni ci hanno allietato la mente e purtroppo anche ....il fisico! Il freddo eccessivo ed il maltempo...

Attacco cardiaco, 8 segnali da non sottovalutare per anticipare l’infarto.

L'infarto resta una delle patologie più diffuse al mondo, ma sappiamo con esattezza di cosa si tratta? Quali sono le cause che provocano l'attacco...

Terza dose Vaccino anti-covid dal 20 settembre, ecco chi la riceverà

Da lunedì 20 settembre 2021 si parte con la somministrazione della terza dose di vaccino anti-Covid, con priorità per trapiantati e immunocompromessi. Dopo il...

Ritorno a Scuola, bere molta acqua aiuta la concentrazione

Dopo un anno e mezzo di DAD, è giunto il momento di riprendere in presenza le lezioni per bambini e ragazzi. Anche se ancora...

Gli effetti positivi di una corretta idratazione dopo aver assunto bevande alcoliche

Milano, 25 Agosto 2021 – Se è vero che bere un bicchiere di vino o una birra non ha mai fatto male a nessuno,...

Cresce la campagna anti-Covid, nonostante i NoVax e l’incognita varianti

In italia procede bene la campagna di vaccinazione: pur in questo clima rovente agostano si registra una buona frequenza negli hub (precisione teutonica in...

Covid, la Campania ha raggiunto i tre milioni di vaccinati

E’ iniziato il mese di agosto all’insegna del caldo, giunto alla terza ondata africana di un’estate bollente, che ha già fatto registrare il mese...