Home Contatto Blog Tavolo e sedie, abbinamento infallibile

Tavolo e sedie, abbinamento infallibile

Di solito in una sala da pranzo il tavolo e le sedie devono essere in coordinato, ma come dimostra il rivenditore Tonin Casa e altri negozi e ditte di arredo e design, non è detto che coordinato è bello. Anche la diversità paga, soprattutto se si sottolinea la personalizzazione dell’arredamento.

Abbinare tavolo e sedie senza errori

Accostamenti curati ma arditi e composizioni originali sono gli elementi cardine da cui si deve partire se si vuole un soggiorno o una sala da pranzo con i fiocchi. La coppia indissolubile dell’arredamento domestico bisogna sceglierla con molta cura, anche perché se le relazioni possono finire e i due soggetti possono prendere anche altre strade, un tavolo con delle sedie comode e di design restano per sempre. L’accoppiata occorre sceglierla con molta cura e prendendo il tempo che serve, considerando sia i gusti, sia le esigenze di tutta la famiglia.
L’unico neo è quello dell’abbinamento: gli amanti dello stile classico imporranno di abbinare il tavolo e la seduta, in modo da avere una stanza equilibrata e in perfetta armonia. L’equilibrio è fondamentale sia in un soggiorno, dove si accolgono gli ospiti, sia nella sala da pranzo, luogo dei grandi ricevimenti e della gioia conviviale. Tuttavia, come avviene anche per le opere d’arte, non tutti apprezzano i coordinati.
Ad esempio, il rivenditore Tonin Casa con i suoi pezzi di arredo made in Italy ha sdoganato il concetto di abbinare tavolo e sedie formate, ma dalla forma molto diversa. Una nuova concezione che prevede le sedute comode e belle e con un tavolo minimalista e rettangolare, oppure tavoli dalla forma arrotondata abbinati a sedie eccentriche.

Caratteristiche principali tavolo e sedute

Questa sorta di gioco stilistico può essere un matrimonio perfetto o trasformarsi in un azzardo. Non basta solo comprare a caso sedie e tavolo, bisogna considerare diversi fattori. In primis, la dimensione della stanza, perché non c’è niente di più brutto che entrare in soggiorno o nella sala da pranzo e trovarsi un mobile ingombrante tra i piedi. La stessa cosa succede con un tavolo troppo piccolo per l’ambiente in cui è collocato.
Anche le sedie devono essere della misura giusta, ben proporzionate e di altezza giusta, in modo da mangiare comodamente o per sedersi, mantenendo la postura giusta. Purtroppo, molte persone non prendono in considerazione quest’aspetto e si ritrovano con mal di schiena, dolori articolari e frequenti mal di testa. Capita infatti che lo squilibrio tra il piano del tavolo e l’altezza della sedia può provocare anche dolori alla cervicale, causata dalla postura scorretta.
I pezzi di buon design possono trarre in inganno dal punto di vista pratico, ma anche da quello estetico, in quanto presi singolarmente possono essere considerati dei pezzi da collezione, mentre abbinati non danno lo stesso effetto, risultando solamente uno spreco di denaro.

Abbinamenti e materiali tavolo e sedie da provare assolutamente

Un insieme che riesce sempre perché innovativo e sempre alla moda è quello che prevede un unico colore guida che sia il bianco o il nero, in modo da rendere il tutto elegante e al contempo originale con un tocco molto attuale. Le caratteristiche di un tavolo da pranzo che si rispetti sono la finitura, la forma e la dimensione. Sicuramente, la finitura che va per la maggiore è quella in legno.
Le più gettonate sono quelle in rovere, in faggio o MDF, un composto. Però stanno prendendo piede altri materiali, come il vetro e l’acciaio. Bisogna fare particolare attenzione, in quanto è bene sempre preferire le essenze dure in caso che si opti per il legno, in quanto i legni troppo morbidi si rovinano facilmente, presentando segni antiestetici. Col legno, le sedute da abbinare possono essere bianche o colorate, o addirittura per essere di tendenza possono anche essere di forme e colori differenti.
Una combinazione tra antico e contemporaneo è quella di acquistare il tavolo rotondo. Essa è perfetta per delle sale da pranzo eclettiche. La forma circolare inoltre si presta ottimamente per arredare spazi veramente ridotti visto l’ingombro minore. Il vantaggio è far seder un maggior numero di commensali e non hanno il problema del capotavola, visto che si possono mettere le persone a una distanza uguale dall’area centrale di servizio. Altra idea originale sarebbe quella di alternare le sedie a delle panche o a delle poltroncine, sia in caso di un tavolo in laminato, sia per un tavolo in vetro. Si ricorda di assicurarsi che il materiale sia infrangile e antiurto, per evitare segni e crepe pericolose.