Home Economia & Lavoro Taurasi, Istituto Pilota “Orientati”: oggi il convegno “Formazione e competenze con i...

Taurasi, Istituto Pilota “Orientati”: oggi il convegno “Formazione e competenze con i giovani del territorio”

Si è svolto oggi pomeriggio, al Palazzo Ferri- Mazzeo a Taurasi il convegno-dibattito “ Orientati, formazione e competenze dei giovani per lo sviluppo del territorio”, organizzato dall’avvocato Lorenzo Mazzeo presidente del Rotary Club Taurasi,in collaborazione con  Istituto pilota Formazione e ricerca, Centro Studi Mazzeo-Ferri, Siate d’Ispirazione e Ofantiadi.

All’incontro con i giovani del territorio, ha preso parte il Presidente del Rotary Club Taurasi, l’avvocato Lorenzo Mazzeo, sono intervenuti, tra gli altri, Roberto Mazzei, consulente di imprese agricole ed agroalimentari, Michele De Sio, amministratore Istituto Pilota, Antonio Tranfaglia, imprenditore, Gennaro Fiume, esperto in sviluppo locale, Sergio Berarldo, docente di Economua e politica del turismo della università di Napoli Federico II, Raffaele Sibilio, docente in Sociologia della università di Napoli Federico II e  l’assessore regionale alla Formazione e Pari Opportunità, Chiara Marciano.

“Questa giornata assume un significato ancora più rilevante – ha esordito– Lorenzo Mazzeo presidente del Rotary Club Taurasi , vista l’adesione così cospicua dei tanti giovani qui presenti, il tema di oggi è proprio rivolto ai giovani e al loro futuro, ripartendo dalla valorizzazione dei borghi rurali, come concreta opportunità di crescita occupazionale nell’ambito turistico e dell’agro alimentare, partendo dalla sfida formativa che l’Istituto Pilota intende portare avanti come incubatore di idee e innovazione”.

I temi trattati durante il convegno sono stati le opportunità di promozione, marketing  territoriale ed esperienziale, a servizio del turismo e dell’agro-alimentare, come settore occupazionale da rilanciare per favorire l’occupazione giovanile  e fermare il trend di emigrazione giovanile. Sono state illustrate varie idee sul rilancio della filiera e del sistema agro-alimentare.

Peppino Iannicelli, già direttore generale del Formez, ha sottolineato l’importanza dell’intervento pubblico sugli indirizzi di formazione e specializzazione per i giovani all’insegna del rilancio della filiera.

Michele De Sio, ha ribadito l’importanza di una specializzazione e formazione innovativa, legata allo sviluppo del territorio e del turismo, investendo su professionisti sempre più specializzati nell’agro alimentare e marketing territoriale.

PUBBLICITÀ

Roberto Mazzei, guardando alla platea di giovani, ha sottolineato l’importanza della sana competizione e della rete nei vari settori produttivi.

Gennaro Fiume, concentra l’attenzione all’idea di un polo che sia incubatore di idee, cultura e innovazione al servizio del territorio nel rispetto delle varie vocazioni produttive.

Sergio Beraldo, sulla questione meridionale e delle scarse infrastrutture, ha citato una teoria economica, secondo cui “ il sottosviluppo del mezzogiorno dipenderebbe dal codice etico dei meridionali”  pertanto fin ad oggi questo tipo di orientamento avrebbe, favorito scarse politiche per incentivare le reti infrastrutturali del Sud, penalizzando le zone rurali”.

Raffaele Sibilio, ha ribadito il concetto di qualità dei prodotti e di rilancio dell’identità degli stessi, nel territorio e nel mondo, favorendo una vera e propria comunicazione “dell’identità territoriale”.

PUBBLICITÀ

A chiudere l’incontro è stata l’assessore Regionale Chiara Marciani, che rivolgendosi ai giovani ha rilanciato una serie di sfide e opportunità formative nel campo del turismo e dell’agroalimentare, con percorsi formativi e specializzazioni altamente qualificate, auspicando a una sana collaborazione tra i vari fondi intercettati per il rilancio dell’occupazione giovanile e del territorio.