Scandone Avellino, inizio ok, battuta Pesaro 77-73

La prima è vincente. La Scandone Avellino batte la Consultinvest Pesaro 77-73 e sfata quello che era diventato un vero e proprio tabù. Erano sei anni infatti, che la squadra biancoverde non vinceva all’esordio. Davanti al proprio pubblico Avellino riesce ad imporsi in una gara condotta sempre in vantaggio fin dai minuti iniziali. Coach Sacripanti schiera nel quintetto di partenza Green, Blums, Nunnally, Leunen e Cervi. Partenza sprint dei biancoverdi con Cervi e Nunnally subito sugli scudi. I due lanciano Avellino e il primo quarto termina 22-16. Nel secondo parziale Buva segna subito ma i biancoverdi subiscono il controsorpasso pesarese che costringe Sacripanti al timeout. Il primo tempo però termina con la rimonta dei lupi firmata Nunnally: 36-34 il risultato all’intervallo lungo. Il terzo quarto, come sempre, si rivela fondamentale per le sorti delle gare di basket. Il quintetto biancoverde si scatena, Cervi, Blums e il solito Nunnally firmano un clamoroso parziale e il terzo quarto termina con il massimo vantaggio per Avellino: 59-47. Nel quarto tempo Avellino controlla la gara. Pesaro prova ad avvicinarsi ma l’ottimo gioco della squadra di Sacripanti regalano i primi due punti alla Scandone. L’incontro termina con il punteggio di 77-73 per i lupi. Brillante la prova di Nunnally, top scorer dell’incontro con 20 punti. Ottimi anche Cervi (autore di 3 stoppate che hanno infiammato il pubblico), Green e Blums, tutti in doppia cifra. Buoni i ritmi di Acker e Leunen per una Scandone che diverte anche il pubblico presente. Soddisfatto coach Sacripanti: “Siamo molto contenti per aver vinto la prima partita. Abbiamo sfatato il tabù dell’esordio e siamo doppiamente felici. Abbiamo vinto contro una squadra dal grande atletismo. Senza nulla togliere a Pesaro, penso che abbiamo meritato. Qualche automatismo va ancora ricercato. Anche io devo allenarmi ad allenare, devo capire quando fare la cosa giusta e, soprattutto, farlo al momento giusto. Tatticamente siamo stati in campo molto bene. Sono contento anche di aver regalato una bella gioia al nostro pubblico. Quando una squadra da il cento per cento i tifosi ti stanno sempre vicino. Credo si sia creato un buon feeling con la piazza e di questi ragazzi non posso che dire bene. Hanno lavorato duro in questo mese e questa vittoria è un giusto premio. Eravamo particolarmente tesi per l’esordio e sono contento per come sono andate le cose. Sono dell’avviso che il fattore campo è importante, il fattore campo Avellino può fare al caso nostro”.

SIDIGAS AVELLINO – CONSULTINVEST PESARO 77-73
Avellino: Norcino, Veikalas, Acker 9, Leunen 3, Green 13, Cervi 13, Severini, Nunnally 20, Pini, Buva 8, Blums 11, Parlato.
Pesaro: Shelton 2, Basile 3, Gazzotti 8, Lacey 2, Christon 17, Solazzi, Candussi, Walker 6, Ceron 6, McKissic 29.