Home Politica Riforme, la vendetta di Forza Italia: ostacoleremo il Pd.

Riforme, la vendetta di Forza Italia: ostacoleremo il Pd.

Forza italia passa dalle parole ai fatti e dopo la rottura del Patto del Nazareno, con il ritrovato appoggio della Lega, va all’attacco dei democratici. Il primo atto sono le dimissioni di Francesco Paolo Sisto da relatore di minoranza delle riforme costituzionali. “Faremo di tutto per rallentare le riforme”, promettono gli azzurri. “Andremo avanti”, è la replica del Pd.

Brunetta, faremo di tutto per rallentare – “Sarebbe oggi pura irresponsabilità concorrere a una direttrice autoritaria. La maggioranza si fermi”. Lo ha detto nell’Aula della Camera Renato Brunetta, annunciando l’ostruzionismo di Fi alle riforme, “una corsa rovinosa verso il disastro che faremo di tutto per rallentare”.

PUBBLICITÀ

«Con senso di responsabilità – ha continuato- Fi ha partecipato ad una intesa innaturale con il Pd per una cooperazione sulle riforme che non rinnegasse il passato, non cancellasse il presente e non intaccasse il futuro. Un patto che doveva essere una transizione temporanea e che oggi non è più viva in quanto l’accordo è stato sciolto e Fi si ritiene libera di non essere contenta».

La replica della maggioranza.
«Sulle riforme costituzionali nessun veto da parte di Forza Italia è accettabile. Andiamo avanti nell’interesse dell’Italia». Lo scrive il capogruppo del Pd alla Camera Roberto Speranza su Twitter. «Riteniamo che si debba andare avanti» nell’esame delle riforme. Lo dice nell’Aula della Camera Fabrizio Cicchitto di Ncd.