Home Territorio Rifiuti, Teora pronta per il compostaggio, Chianche in attesa

Rifiuti, Teora pronta per il compostaggio, Chianche in attesa

I lavori all’impianto di compostaggio di Teora, fermo oramai da due anni, sono stati finanziati dalla Regione Campania con sette milioni di euro e saranno appaltati a breve. Tale impianto, una volta adeguato, trattera’ la frazione umido che passera’ dalle quattromila alle sedicimila tonnellate, coprendo il 40% del fabbisogno provinciale. L’impianto di Teora con quello di Pomigliano sono gli unici due impianti ad aver ottenuto il finanziamento regionale. Ma l’Irpinia per coprire il restante fabbisogno di smaltimento, dal momento che produce 36mila tonnellate di umido, dovra’ al piu’ presto candidarsi a concorrere per la realizzazione del secondo impianto che potrebbe essere quello di Chianche, gia’ in fase di avanzata progettazione grazie alla caparbieta’ del sindaco Grillo, sul cui capo pendono due ricorsi, al Tar e al Consiglio di Stato, inoltrati dalle varie associazioni ambientaliste. Ma veniamo al processo produttivo: la frazione umida, dopo una prima scelta tra rifiuti organici e vegetali, viene sversata nell’impianto per un breve periodo di decantazione, trascorso il quale, diventa compost, cioe’ prodotto utile per la concimazione dei terreni agricoli. L’impianto di Teora riuscira’ a trattare 16mila tonnellate di rifiuti organici di cui 4mila rifiuti vegetali (fanghi, ramagli e fanghi biologici). Per quanto riguarda il secondo impianto, il Presidente dell’Ato, Tropeano, ravvisa la necessita’ di stringere i tempi, troppo a lungo dilatati dalle istanze delle varie componenti, sociali, politiche e sindacali, che in tema ambientale sono sempre pronte a bocciare senza proporre nulla di costruttivo sul tavolo delle trattative. Il Presidente ha quindi denunciato l’urgenza di puntualizzare la scelta di una sede idonea per metter su quel secondo impianto che possa coprire il restante fabbisogno di lavorazione di almeno 20mila tonnellate di umido. Cio’ comporterebbe vantaggi in termini economici in quanto la frazione organica non dovrebbe piu’ essere trasferita per il trattamento; e si realizzerebbe un circolo virtuoso in quanto il ciclo integrato dei rifiuti sarebbe concluso in loco.

ACQUISTA SU EBAY
Io, lui e nessun altro - Romanzo sulla dipendenza affettiva