Home Attualità Redistribuiti i due milioni di euro per gli eventi turistici in Irpinia

Redistribuiti i due milioni di euro per gli eventi turistici in Irpinia

Lauro, Avellino, Campania, Italy - November 17, 2006: the castle seen from the nearby village of Taurano. The old feudal castle, of Lombard origin and rebuilt in 800, is currently home to a historical museum

A seguito delle numerose istanze e di nuove richieste da parte dei Comuni irpini, la Regione Campania ha rivisto il piano di stanziamento dei Fondi POC per il settore turismo. In virtu’ della vivacita’ delle iniziative proposte e con l’intento di scontentare il minor numero di Comuni, la Regione ha limato le somme stanziate mediamente del 30% ripescando alcune iniziative. Pertanto, per citare alcune delle piu’ rappresentative, sia la Juta a Montevergine di Ospedaletto che il Premio Sergio Leone di Torella dei Lombardi e la 50sima edizione del Carnevale di Montemarano, dapprima escluse, otterranno 45.500 a testa. Gli eventi-novita’, di rilevanza nazionale ed internazionale (Azione 2) che riceveranno la maggior somma di 100mila euro sono il Lapio Festival ed il Nocciolo e strade dei Forni di Marzano di Nola. Tra le altre new entry che riceveranno 45.500 euro a testa ci sono: 1) Lauro con Dafne; 2) Guardia Lombardi con Medievalarte; 3) l’estate venticanese di teatro e cabaret; 4) Il Festival Incontri d’estate di Manocalzati; 5) il Premio Ivan di Roccabascerana.

Lo Sponz Festival di Calitri avra’ 100mila euro con una decurtazione di 50mila, stessa riduzione per la sagra del Fagiolo Quarantino di Volturara irpina.
Continueranno ad esistere la Notte dei Falo’ a Nusco, come il Carnevale di Montemarano; il treno degli Eventi di Lioni e la rassegna Fontanarosa Arte e Pietra; il Nero di Bagnoli e Montoro citta’del Carnevale; gli incontri del Folklore di Taurano ed Illumina la Notte di San Martino Valle Caudina. Tutti questi eventi subiranno una decurtazione, dagli iniziali 70mila euro potranno beneficiare di 45.500 euro.

PUBBLICITÀ

Alcune iniziative sono rimaste fuori dei finanziamenti, come il Dogana Blues Festival di Flumeri; il Gesualdo Jazz; il Pop Art Festival di Sant’Angelo a Scala, il Tufo Greco Festival, Natale Insieme di Solofra, il Maio di Baiano, Illumina la Notte di Rotondi, la Cavallosa 2019 di Andretta, l’estate Vallatese, la tirata del Giglio di Villanova del Battista ed il Palium Sancti Martini di Monteforte Irpino, il Premio Pratola Serra nel mondo-eccellenze musicali ed artistiche. Si e’ fatto il possibile per accontentare tutti, ma ragioni di budget non lo hanno consentito. Resta la vivacita’ della domanda che fa ben sperare in una rinnovata capacita’ organizzativa ed imprenditoriale che sta prendendo piede nella nostra provincia.