Home Territorio Campania, arriva lo psicologo di base nelle strutture pubbliche

    Campania, arriva lo psicologo di base nelle strutture pubbliche

    La legge è stata approvata ieri in Consiglio Regionale

    Campania, arriva lo psicologo di base nelle strutture pubbliche
    Foto di Gerd Altmann da Pixabay

    Ieri il Consiglio Regionale della Campania ha approvato all’unanimità l’istituzione dello Psicologo di base. Questa figura sarà di competenza dell’Asl territoriale nell’ambito del relativo distretto sanitario, andando così a rinforzare l’operato dei medici di base e dei pediatri di libera scelta. Viene dunque previsto un servizio di primo livello di assistenza psicologica gratuita, integrato con gli altri servizi sanitari.

    Nel corso di una conferenza stampa tenuta ieri, il governatore Vincenzo De Luca ha menzionato alcuni dei problemi che lo psicologo di base: uso improprio dei farmaci; problemi di contiguità o anche di contatto diretto con le tossicodipendenze; problemi riguardanti ricoveri inappropriati, che nascono da condizioni psicologiche di particolare sofferenza; disagio giovanile – qui De Luca cita i disturbi alimentari, con tutto ciò che ne consegue – sofferenza psichica, sofferta principalmente da fasce minorili e persone anziane.

    adv

    L’operazione verrà portata avanti con una dotazione finanziaria da 600mila euro per gli esercizi 2020 e 2021. Ogni Asl svolgerà queste prestazioni tramite liberi professionisti a rapporto convenzionale. La scelta dei nominativi avverrà in base ad appositi elenchi provinciali. La disciplina degli elenchi e la gestione di tali incarichi, così come, presumibilmente, sulle modalità di accesso alle prestazioni, sarà disciplinata da un apposito provvedimento stilato dalla Giunta Regionale entro 180 giorni (a partire da ieri 27 luglio).

    Lo psicologo di base avrà un ruolo chiave per il cittadino in difficoltà

    Le figure professionali, per poter iscriversi alle liste, dovranno possedere i seguenti requisiti: laurea in Psicologia; iscrizione all’Albo degli psicologi; assenza di rapporti di lavoro dipendente a tempo indeterminato con le strutture del Servizio sanitario nazionale regionale; attestato di abilitazione rilasciato dalla Regione Campania a seguito della frequenza e superamento esame finale di specifico corso semestrale regolamentato dalla Giunta Regionale della Campania sul tema dello psicologo di base e sulle cure primarie.

    Palazzo Santa Lucia, in ogni caso, dimostra quanto tiene a questa novità, anche attraverso l’istituzione di un Osservatorio Regionale, a scopi di vigilanza, formato da: un dirigente psicologo per ciascuna Asl, un dirigente, uno psicologo ospedaliero, due psicologi nominati dell’Ordine degli Psicologi della Campania, due docenti universitari, un funzionario della Regione Campania con competenze e/o titoli in ambito psicologico, un dipendente della Regione Campania con funzioni di segreteria, un rappresentante di una società scientifica di Psicologia, un rappresentante di un’organizzazione sindacale rappresentativa della categoria, un rappresentante dei medici di Medicina Generale e uno dei pediatri di libera scelta.

    adv