Prezzi degli immobili in calo nella provincia di Avellino: ecco i dati

Prosegue il calo dei prezzi degli immobili a uso residenziale nella provincia di Avellino. Come emerge da recenti dati diffusi da Immobiliare.it, gli immobili residenziali in vendita nell’area provinciale del capoluogo campano hanno fatto registrare un prezzo per metro quadro richiesto pari a 2.467 euro. Lo stesso indicatore era a quota 2.682 euro solo un anno prima, ad agosto 2014.

La contrazione fatta registrare, come emerge dal confronto, è pari all’8,01 per cento solo nell’ultimo anno. Allargando lo spettro d’analisi è possibile evidenziare che, negli ultimi 24 mesi, il prezzo richiesto per gli immobili residenziali presenti all’interno dell’area provinciale avellinese ha fato registrare il valore massimo nel mese di settembre 2013, quando sono stati richiesti fino a 2.833 euro per metro quadro.

È giugno 2015, invece, il mese che in cui il valore ha toccato il picco minimo: è questo, infatti, il mese in cui per la vendita di un immobile residenziale sono stati richiesti 2.465 euro a metro quadrato.

Cosa accade nel resto d’Italia

L’andamento della provincia di Avellino rispecchia in pieno quanto accade nel resto d’Italia. Da uno studio di Idealista, che prende proprio in considerazione quanto accaduto ad agosto in 97 province italiane, emerge che il calo dei prezzi è generalizzato.

Agosto su luglio 2015, evidenzia il report, il prezzo delle case in Italia ha subito una flessione dello 0,3 per cento, portando il valore medio nazionale degli immobili a duemila euro il metro quadro. Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, invece, il calo fatto registrare è pari al -2,8 per cento. A livello provinciale, la situazione non cambia. Sulle 97 province analizzate, ben 54 registrano flessioni importanti dei prezzi degli appartamenti.

Tra le prime nella classifica dei cali c’è proprio la provincia del capoluogo campano che perde il 2,7 per cento rispetto al mese di luglio e si piazza al secondo posto in Italia, alle spalle della settentrionale provincia di Verona che si conferma prima con una perdita del 3,2 per cento.

In provincia di Avellino diminuiscono anche gli affitti

Flessioni anche per i canoni di locazione in quasi tutti i comuni della provincia avellinese. Ad agosto 2015, infatti, per gli immobili residenziali in affitto in provincia di Avellino si rileva una richiesta media mensile di 7,54 euro per metro quadro.

Nello stesso mese dell’anno prima la richiesta era pari a 7,57 euro mensili per metro quadro. Il calo fatto registrare dall’indicatore, quindi, è pari allo 0,46 per cento su base annuale.

Ampliando, ancora una volta, lo spettro di indagine e prendendo in considerazione gli ultimi due anni, emerge che a settembre 2013 è stato chiesto il prezzo più elevato per la locazione di immobili a uso abitativo. In questo mese, infatti, il osto mensile per metro quadro era pari a 7,93 euro. Dal lato opposto si colloca febbraio 2015.

È questo il mese, infatti, in cui è stato chiesto il prezzo più basso per le locazioni di immobili presenti nella provincia di Avellino:  7,33 euro mensili a metro quadrato.