Renzi e De Luca firmano il Patto per la Campania: vale 10 miliardi per il futuro

Vincenzo De Luca governatore della campania

Questa mattina con il Presidente del Consiglio Matteo Renzi abbiamo firmato il Patto per la Campania, che rappresenta un contributo straordinario del Governo alla crescita sociale e culturale dei nostri territori e la risposta più sostanziale alle drammatiche emergenze che riguardano la sicurezza e la violenza camorristica nella città di Napoli.

Quando affrontiamo questi problemi ci viene sempre detto che la soluzione è il lavoro, lo sviluppo, la solidarietà, le scuole aperte, la socialità da diffondere. Bene, stiamo parlando esattamente di questo.

Ringrazio il sottosegretario De Vincenti che ci ha accompagnato in questo lavoro. La Regione Campania avrà a disposizione circa 10 miliardi di euro da qui al 2020 e dovrà vincere una grande sfida, ovvero quella di creare le precondizioni per investire in strutture funzionali e prima inesistenti per essere subito operativi.

L’obiettivo del progetto è quello di ricollocare la Regione Campania e il suo apparato produttivo nel contesto della competizione mondiale, affrontare i grandi problemi delle emergenze campane e riorganizzare i servizi di civiltà – dalla sanità, alla mobilità, agli asili nido – per portarli a livello europeo.

Nei prossimi due mesi inizieremo cancellando due delle anomalie che hanno sporcato l’immagine di Napoli, della Campania e dell’Italia: le ecoballe e le barelle nei corridoi dell’Ospedale Cardarelli.

RENZI: IN ITALIA C’È SENSO RISCATTO, PARTIAMO DAL SUD – “In Italia c’e’ un senso di grande riscatto, un Paese che e’ orgoglioso delle bellezze che ha e che cerca di sfruttare. E’ quello che abbiamo fatto con Expo, e’ quello che cerchiamo di fare ovunque, la Campania per la sue difficolta’ e’ simbolo di un paese che riparte: patti per il Sud, non chiacchiere. Finalmente si fa sul serio, l’epoca degli sprechi la mettiamo in soffitta facendo le cose serie, partendo dal Mezzogiorno”. Lo afferma Matteo Renzi, parlando a Napoli per la firma di un accordo col presidente della regione Campania Vincenzo De Luca.

DE LUCA: SPENDEREMO TUTTI I 10 MILIARDI DEL PATTO – Il patto per la Campania significa “un contributo straordinario alla crescita sociale e ai valori di solidarieta’ nel nostro territorio”. Cosi’ il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, dopo la firma dell’accordo col presidente del Consiglio Matteo Renzi in prefettura a Napoli. “Abbiamo a disposizione 10 mld fino al 2020- spiega- 2,7 mld sono del Patto per la Campania e 500 mln da spendere nel prossimo biennio per progetti esecutivi”. I fondi fanno capo per “4,2 mld ai fondi Fesr, 1,9 al Piano di Sviluppo rurale, 1,7 rinvenienti dalla vecchia programmazione, e 800-900 mln” di fondi sociali. “L’obiettivo e’ spendere tutto”, assicura De Luca. De Luca aggiunge: “Venerdi’ e’ stato firmato il contratto per i lavori per le rimozioni delle ecoballe, da maggio non ci saranno piu’ le barelle nei corridoi dell’ospedale Cardarelli. Con questo Patto, che ha avuto uno straordinario supporto da parte del governo, vogliamo mettere Napoli e la Campania al centro della competizione mondiale”.